Per quanto tempo ancora, Lorenzo Croce?

sessoanimali3

Repubblica… Repubblica, lo so che d’estate fate davvero fatica ad avere uno staff al completo che si occupi di giornalismo, ma continuare a cascare nelle sciocchezze che vi vengono inviate dall’AIDAA di Lorenzo Croce è quanto di più ridicolo possiate fare.

Avete bisogno di lettori? Tornate a fare i giornalisti e vedrete che torneranno… continuate a pubblicare sta robaccia firmata Lorenzo Croce e lentamente avrete solo una massa di uTonti a leggervi. Oddio forse è quello che volete, così dopo non avrete nemmeno il bisogno di verificare che la grammatica sia corretta, tanto nessuno se ne accorgerà.

Loro – dice un comunicato dell’Aidaa, Associazione italiana difesa animali ed ambiente – sono tre professionisti trentenni originari e residenti nella capitale dell’antico ducato che però hanno un vizietto quello delle orge con animali . Si sono conosciuti e ritrovati attraverso una delle chat erotiche dove spesso si parla liberamente delle peggiori perversioni sessuali compresa la zoorestia.

Vuoi fare il giornalista? Sollevi la cornetta chiami la questura del paese in questione e verifichi la notizia…e invece no, diamo visibilità ad un personaggio che voleva fare il giornalista (ed è stato radiato dall’albo per la sua poca onestà) e per colpa della vostra POCA professionalità riesce ad essere sui giornali online quanto e più di Putin e Renzi. Non so, ma la natura non vi ha proprio dotato del senso critico? Per fare il vostro (bellissimo) mestiere è importante usarlo, a chili. Invece quando pubblicate questa fuffa a me cadono le braccia…lo so, me l’avete spiegato in lungo e in largo che le redazioni online sono gestite da redattori che puntano SOLO ed unicamente alle visite e gli articoli così ne attirano a iosa. Ma onestamente trovo il tutto davvero offensivo nei confronti di coloro che il giornalista sanno e vogliono fare….voi no?

aidaa-sessoanimali
Gah, il faccione di Lorenzo Croce. Ma non invecchia mai quest’uomo? Eppure dicono sia sexy. Ci saranno altre foto, no?

Detto ciò vediamo la “notizia” :

I tre da diversi mesi si incontravano regolarmente in una casa del centro storico di Parma non molto lontano da Piazza Duomo dove consumavano i loro riti erotici . I tre che pensavano di farla franca, sono invece stati scoperti da alcuni vicini che dopo aver avuto un sussulto di incredulità vedendo quei giovanotti in giacca e cravatta che nelle ore di pausa dall’ufficio anziché pranzare arrivavano in quella casa dove poco prima arrivava un terzo uomo sulla trentina vestito sportivo che parcheggiava non distante la sua auto sportiva e che poi quatto quatto si infilava nell’appartamento insieme ai due animali…”.

“Una volta accertato con sicurezza che i tre si recavano  nell’appartamento per fare sesso con i cani- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di Aidaa (nella foto)- la vicina ci ha fatto la segnalazione e subito dopo ha girato alcuni filmini con il cellulare fin troppo espliciti. Ora – conclude Croce – sappiamo che il sesso con animali in Italia non è reato ma è buona cosa che questi signori sappiano di essere stati scoperti e che comunque non potranno più darsi convegno per le loro orge in quanto nei prossimi giorni terminati i controlli che abbiamo avviato li denunceremo per maltrattamento agli animali e chiederemo sopratutto che il sequestro delle due labrador che dovranno essere rieducate.

Parto col dire che PER ORA tutta la storia è solo nelle parole di Lorenzo Croce e della fantomatica vicina che ha girato i filmini… Nulla di quello riportato ha altra verifica fattibile, quindi non è notizia da pubblicare, la Questura di Parma da me contattata stamattina non ha denunce in merito, quindi se i fatti fossero reali stiamo ritardando il salvataggio delle due povere labrador (oltretutto da giorni, visto che l’articolo è del 19 Luglio). Mi sa che i fatti siano fuffa, non sarebbe la prima volta…

Io vorrei che la Repubblica di Parma pubblicasse una bella smentita dei fatti, spiegando che trattasi di lettera alla redazione a cui si è dato spazio come ad un articolo. Lorenzo Croce conta su questo, ogni volta che una testata pubblica un pezzo dove lui viene citato le visite ai suoi blog si alzano, e lui è soddisfatto…e ammetto che alla fine Croce fa un piacere a noi debunker, evidenziando tutte le redazioni al cui interno vi sia un qualche redattore a caccia di click o animalaro convinto (diverso da animalista)…

Ma tutto questo fa davvero male al giornalismo, quello vero, quello che esisterebbe ancora non fosse per editori e redattori per cui conta solo la quantità di click e non la qualità. Per fare un esempio sciocco: in quest’anno di blog ho imparato cosa tira di più, so che bufale trattare se volessi avere over 50mila visualizzazioni in una giornata, non è difficile, anzi sarebbe molto meno faticoso; ma non ho aperto Butac per avere un pubblico vasto, ma per sviluppare senso critico in quelli che speravo avessero voglia di leggermi, poco m’importava che fossero pochi o tanti (e siete tanti, molti più di quanti m’aspettassi)…ecco quelle testate invece  hanno scelto l’altra strada, quella più facile e veloce, che attira più pubblico…

Io ci spero sempre che si ravvedano, che decidano finalmente di dare uno stop a personaggi come Lorenzo Croce, non credo ci voglia moltissimo a studiare un sistema per cui TUTTE le redazioni nazionali possano applicare un filtro, ciò che viene da fonte NON verificata non lo si pubblica MAI, poco importa che si chiami AIDAA, Lorenzo Croce o AGI (no, non l’agenzia giornalistica, ma dei cloni truffaldini)…se una notizia non ha altra verifica se non la stessa fonte che l’ha inviata è da considerarsi FUFFA fino a prova contraria…che si tratti di allarmismi  sulle scie chimiche, il monossido di diidrogeno, o Babbo Natale che si è schiantato con la slitta poco importa, non c’è verifica, non c’è altra testata che cita fonti alternative…bene si tratta di robaccia, che NON deve essere presa in considerazione se non come una normale Lettera alla redazione, ne volte parlare? Bene la pubblicate nella pagine delle lettere, oppure aprite una sezione della vostra testata che si chiama:

Le segnalazioni dei lettori

Gentile redazione di Fuffa,

ieri ho visto con mio figlio Peppa Pig, è orripilante, qualcuno deve fermarla i bambini poi credono che i maiali vivano per davvero come Peppa, potete aiutarmi?

vostro affezionato Lorenzo Croce

Gentile redazione di Fuffa,

ma l’avete vista quella povera gallina nella pubblicità del Mulino Bianco, io credo l’abbiano drogata e legata per farla recitare così con Banderas. Credo che sia il caso qualcuno intervenga quanto prima!

con stima Lorenzo Croce

Lo ammetto, ho mentito: io il video coi labrador che fanno sesso con la vicina non ce l’ho, in compenso ho rubato questo dall‘articolo di una buona amica...che dite, va bene lo stesso?

Si lo so è venuto un articolo fiume…perdonatemi, ma d’estate con Lorenzo Croce mi scoppia la vena…