Cartarom

 

Recentemente, sta circolando la voce che, a Roma, i Rom abbiano diritto a 500€ mensili sovvenzionati dal Comune. Questa “paghetta” proverrebbe dalla Carta Roma, una carta prepagata pensata per aiutare le famiglie in difficoltà. Secondo chi spaccia questa notizia, i requisiti della carta sarebbero fatti apposta per i Rom, rendendo quasi impossibile -al tempo stesso- l’accesso ai cittadini romani. Inoltre, i fondi utilizzati dalla Carta Roma, ribattezzata Carta Rom, proverrebbero dall’IMU e dalla cancellazione del bando per il buono casa destinato a 10000 famiglie romane. Infine, la notizia chiude in bellezza: annuncia che la voce si sta spargendo anche in Romania, sottintendendo una plausibile migrazione di massa di Romeni.

Mi piacerebbe dire che un polpettone razzista del genere si vede poche volte, ma, purtroppo, la realtà non è così felice

La notizia è l’esemplificazione dell’ignoranza razzista farcita con falsità a tutto spiano.

La Carta Roma esiste. È una carta prepagata fatta per aiutare le famiglie in difficoltà economica, attraverso sconti e convenzioni. Il primo dato falso a riguardo è quello che i requisiti siano fatti a misura per i Rom. In realtà, chiunque abbia un valore ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) sotto 12500 può accedervi. Vi faccio un piccolo esempio per quantificare l’ISEE. Iniziamo spiegando come si calcola:

ISE = R + [ ( PM + PI ) × 0,20 ]

ISEE = ISE / p

Prima si calcola l’ISE: reddito complessivo del nucleo familiare + [(patrimonio mobiliare + patrimonio immobiliare) x 0.20]. In seguito, dividiamo l’ISE per il parametro della scala d’equivalenza (che potete trovare qui).

Facciamo un esempio: una famiglia di due persone, con un reddito complessivo di 13000€, un patrimonio mobiliare di 69000€ e uno immobiliare di 51646€ avrà un ISEE pari a 10491. Come potete vedere, purtroppo non è impossibile avere un ISEE sotto 12500.

Il secondo dato falso, è che la Carta Roma fornirebbe 500€ mensili ai possessori. Nella realtà, i vantaggi son ben distanti da questa supposta paghetta mensile. Una famiglia -fornita della suddetta carta- che spende in media 1600€ al mese, per consumi vari ed eventuali, risparmierebbe mediamente 730€ all’anno. 700€ annuali mi sembrano ben diversi da 500€ mensili.

Il terzo dato falso riguarda la natura dei fondi. Il tanto declamato buono casa non è mai stato cancellato. Come faccio a saperlo? Beh, perché Marino ne ha discusso a riguardo lo scorso 8 febbraio in Campidoglio.

Come detto prima, ennesima bufala razzista ed ignorante, scritta da persone che, pur di portare acqua al loro mulino, son disposte a raccontare le peggio fregnacce.