ERMESSELVAGGIA

Ermes ci ricasca, e anche questa volta ci regala una piccola perla di polemica via web. Il giochino è sempre lo stesso, scrivere un meme con citazione credibile e farlo circolare per vedere l’effetto che fa.

Le vittime della cosa stavolta sono stati Fabrizio Corona e Selvaggia Lucarelli, ma ci casca pure TzeTze  mi fanno noatre giustamente che anche Tzetze è creazione fittizia in questo caso (ma col giochino del pubblicare segnalati dagli utenti da loro succede spesso di trovare bufalotte d’ogni tipo).

Ermes tramite una delle solite pagine fake ha regalato ai social network questa esternazione firmandola Selvaggia:

Fabrizio Corona è talmente scemo che se esce di galera lo candidano con il Movimento 5stelle

E fin qui onestamente io mi sono fatto una risata, ma dai che cosa ci sarà mai di male, che l’abbia o non l’abbia detto la Lucarelli è una frase che probabilmente tanti han preso per buona, è una battuta, è credibile, prende in giro sia un partito politico che un personaggio pubblico, c’è da scandalizzarsi? E si, perché siamo in un paese dove i politici esternano cazzate via social network dalla mattina a sera, e nessuno si scandalizza più di tanto, poi la Lucarelli (finta) scrive una cosa così e Apriti Cielo, questa la denunciamo, che schifo, come ci si può permettere.

10968058_762754150482505_1826096755_n (1)Oddio fermate il treno voglio scendere!

Ma tristemente funziona proprio così, anzi sembra che la famiglia di Corona, offesa da questo fake abbia minacciato querela contro la Lucarelli che a sua volta abbia minacciato querele contro Ermes. Ma si può? Oltretutto non è che il soggetto “offeso” (ohi gli han dato dello scemo mica dell’assassino) sia proprio uno stinco di santo visto dove si trova oggi…sbaglio?

 

E invece siamo il paese dove un politicante può dire le più assurde nefandezze e la gente lo idolatra come se fosse un vero leader politico, ma un po’ di satira come quella messa in giro da Ermes viene subito bloccata a suon di minacce di denuncia. È triste, specie quando la cara Selvaggia è la prima a cadere (consciamente o meno) in altre bufale del web (vedi qui).

Ragazzi, ridimensioniamoci un po’. Impariamo a prendere la vita con un po’ di zucchero, o magari un po’ di sale nel caffé, ecco Ermes è il sale nel caffé, la mattina lo prendi, lo giri col cucchiaino e da vedere sembra tutto normale, poi lo bevi e ti accorgi che è salato…Ermes è uguale, sembra vero, le sue gag sembrano cose reali, credibili (specie in un paese come il nostro), ma quando poi le andiamo a vedere per davvero ci accorgiamo che abbiamo usato il sale al posto dello zucchero…e a quel punto possiamo solo darci dei cretini, non è colpa di Ermes se siamo stati disattenti, lui ha solo appoggiato la zuccheriera a fianco della saliera.10968131_762757193815534_1528455515_n (1)

Qualcuno per attaccare Ermes sostiene che ci guadagna a fare questo, si è anche lamentato che io abbia preso le sue difese più volte, ma onestamente io Ermes l’ho conosciuto, dal vivo, so che personaggio è, sicuramente particolare, sicuramente folle, ma non sta guadagnando nulla dalle sue trollate (le magliette che vende e vendeva anche prima non sono minimamente relazionate con il suo bufalare in giro). Anzi Volendo esser onesti è facile che ci abbia gudagnato in popolarità, ma non di quella sana che la gente ti acclamano per strada, ma quella cattiva, che sai che magari stasera qualcuno che hai perculato con un meme ti attenda sotto casa per riempirti di botte.

Selvaggia, sei  intelligente e in gamba, non prendertela con Ermes, sfruttalo, magari invitalo da te in radio, o intervistalo sul blog, stai sicura sarebbe una puntata da grandi ascolti, Maiolica ha grande seguito sia tra i suoi fan che tra i suoi detrattori, è come un piccolo “Scherzi a parte” online, tutti tremano di esser le prossime vittime di una trollata sua.

Prima o poi finiranno le gag di Ermes, e i social saranno più tristi, ma finché c’è godiamocelo, godiamoci i suoi fake che potrebbero pure esser veri, ridiamo dei cretini che ci cascano e che dimostrano di non porre la minima attenzione su quanto pubblicano.

Volete saperne di più sul folletto del web? Beh ne avevamo parlato svariate volte: