CARCINOMAEPTAICOVOL3

Benvenuti al terzo di quattro appuntamenti dedicati al Carcinoma Epatico. Questa volta Thunderstruck si occuperà di Ganoderma, ma le precedenti puntate le trovate qui:

  1. Il carcinoma epatico  – e poi boh?
  2. Il carcinoma epatico – L’Acqua Kangen
  3. Il carcinoma epatico – Ganoderma Lucidum
  4. Il carcinoma epatico – Protocollo terapeutico

Buona lettura!

maicolengel

==========

Passando ad altro – se non lo avete notato siete davvero bravi nella lettura selettiva – in ogni pagina del sito compare almeno una volta un bel riquadro con su scritto “Il miglior Ganoderma lucidum sul mercato”. Ma di preciso cosa sarebbe questo Ganoderma lucidum? Wikipedia ci viene in aiuto.

Il G. lucidum produce un gruppo di triterpeni chiamati acidi ganoderici, che hanno una struttura molecolare simile agli ormonisteroidi.[3] e contiene altri composti presenti spesso nei funghi, quali polisaccaridi (β-glucano), cumarina[4], mannitolo e alcaloidi.[…] Alcuni studi in vitro hanno evidenziato, preliminarmente, un possibile ruolo anti-infiammatorio e di tipo citotossico oncologico dei triterpeni isolati dallo stesso[5][6][7]

Ma la notizia più interessante arriva da Altroconsumo:

L’Efsa, l’Agenzia europea per la sicurezza degli alimenti, ha valutato le basi scientifiche su cui si appoggiano le affermazioni sulla pubblicità. Ha quindi sospeso la valutazione delle affermazioni pubblicitarie relative a effetti sul sistema circolatorio, sul sistema immunitario e mantenimento dei livelli di colesterolo nel sangue. Ha bocciato invece il claim relativo a effetti generali sul “benessere fisico”, perché troppo generico e non specifico.

PubMed mi ha permesso di scoprire ben 280 articoli sul Ganoderma – chiavi di ricerca: ganoderma lucidum cancer. In effetti sembrerebbe avere effetti anticancro, ma gli studi effettuati fino ad ora sono solo in vitro o su animali. Negli abstract che ho letto non si parla di sperimentazione umana, né di dosi, modo e tempo di somministrazione, eppure il nostro caro amico ha “deciso di prendere la strada meno battuta per attraversare il bosco”. Ovvio, se non scontato, che decida lui come quanto e quando assumere questo fungo. Anche il nostro amico sembra aver fatto delle ricerche su PubMed, ma peccato che non sapendo l’inglese abbia attivato la funzione “traduci pagina” con risultati spesso fuorvianti.

Non sembra né una bufala né un miracolo, se non fosse per un piccolo particolare, una cosuccia nella quale mi sono imbattuta cercando questo fungo in Rete. La ditta da cui acquista il suo Ganoderma è la diretta concorrente di questaOops.

Intanto sul suo sito, in ogni pagina e spesso più volte, compare un po’ di pubblicità a questo fungo miracoloso e, ovviamente, al distributore. Sono sicura che sugli introiti ci paghi le tasse, non dubito della sua onestà come cittadino. Del resto, chi ordina qualcosa su Amazon tramite il sito, fa guadagnare grazie alle provvigioni; lui dichiara di pagarci le tasse sopra e io mi fido, sebbene non abbia mai visto una singola ricevuta di pagamento.

Insomma: sul sito mette video, fotografie, referti, estratti conto. E una ricevuta delle tasse no?

Thunderstruck
(continua…)