Il Kebab killer ?

1743

KEBABKILLER

Questa è una di quelle storie che non è possibile sbufalare. O meglio occorrerebbero più dati che non sono presenti nel post che sta circolando sul web, ma in poche ore questo post me l’avete segnalato in tanti, quindi credo sia giusto studiarlo insieme. Il testo che circola è questo qui di seguito, accompagnato ad un’immagine che raffigura la scrivente in un letto d’ospedale.

IL KEBAB !
non so ragazzi se voi lo sapete, ma nella carne del kebab ci sono tutti i resti degli animali, e in alcune fabbriche hanno trovato denti tritati, occhi, zoccoli e polpastrelli , budelle eccet… io volevo raccontarvi la mia esperienza perkè ho bisogno di buttarla fuori …. anke se ancora fa molto molto molto male :
io col kebab sono finita in ospedale per quasi 4 mesi, perkè all’interno, non era pulito bene, e c’era il BATTERIO E CONSEGUENTE VIRUS DELLA CACCA …. ho rischiato la morte, mi hanno ricoverato di domenica e i medici hanno detto ai miei genitori che non sapevano se superavo le 48 ore e quindi se arrivavo al martedi!!!!!
il problema era ke il kebab con quel batterio mi si era solidificato all’interno e marcito, e tappava proprio il tubicino ( non so come si kiama ) ke porta il cibo dallo stomaco all’intestino … mi hanno messo un tubicino nel naso, ( un male terribile ) ke finiva nello stomaco, per tirare su ( risucchiare ) tutto il cibo dello stomaco per evitare che si marciva all’interno … non riuscivo a muovermi e piangevo dal dolore … in piu’ continuavo a vomitare ogni 5 e dico 5 MINUTI !
…. vedere tua mamma piangere, e sentirla che ti dice : ” ti prego amore mio non morire, tieni duro, se no muoio anke io ” è straziante e pazzesco … sentire al telefono ke tutti ti dicono ke ti vogliono bene perkè tutti, TRANNE TU, sanno cosa sta succedendo … io ke non riuscivo nemmeno a tenere sollevata una bottiglietta, dormivo tutto il tempo perkè ero sfinita, continuavo a vomitare anke un cucchiaino d’acqua, avevo una disidratazione del 94 % ( quasi mortale ) , cio’ ke mi teneva in piedi erano i litri di flebo ke mi facevano al giorno …. da allora OVVIAMENTE non tocco nemmeno la carta dove c’era il kebab ! questo non è per fare pena ( —–>> IO HO GIA’ VINTO LA MIA PIU’ GRANDE BATTAGLIA ) ne per spaventarvi, assolutamente, ma solo per dirvi : RAGAZZI VI PREGO, STATE ATTENTI ALLE COSE CHE NON CONOSCETE !!!!!
ps: infine hanno dovuto operarmi, perchè io avendo avuto anche il bendaggio, le conseguenze sono state disastrose ! …

Le prime tre righe del messaggio di per sé sono bufala, lo sappiamo noi, lo sapete voi che ci leggete, visto che i kebabbari italiani devono rispondere a precise regole e in nessuno di quelli controllati negli ultimi dieci anni si è mai riscontrato la presenza delle cose citate dalla scrivente. La storia che il kebab contenga quegli ingredienti viene da una bufala che abbiamo già trattato che aveva origini inglesi, nulla da spartire con l’Italia e comunque bufala anche in UK.

La signora che ha postato la cosa parla di 4 mesi in ospedale, a causa del batteria/virus della cacca. Non esiste il virus della pupù, o meglio non esiste qualcosa che abbia questa definizione. Che le sia venuta una gastroenterite? Può essere, ma perché non chiamarla con il suo nome?  Sempre tra le scarne informazioni che ci vengono date si parla di disidratazione al 94%, insomma la signora di stava lentamente essiccando. Si perché la disidratazione umana secondo la Medicina è tollerabile fino al 5/6% , dopo il nostro corpo inizia ad abbandonarci e quando la disidratazione arriva al 10/15 % i nostri organi smettono di funzionare.

Con una disidratazione del 94% non avremmo un gran bell’aspetto:

mummy_1292007c

Ma la signora in questione non ce la racconta giusta. Nella sua bacheca Facebook onestamente andando indietro col tempo non trovo mai periodi d’assenza che concordino col racconto, e nemmeno segnali che sia stata così male per lunghi mesi, eccetto il post di questi giorni (ma che si riferisce chiaramente ad un periodo precedente, e non attuale). Fino dal 2011 mi sembra sia stata una florida signora, amante del buon cibo (a volte forse un po’ troppo).

Sia chiaro parliamo di una persona che in 4 anni ha perso davvero tantissimi chili, forse troppo in fretta, o seguendo la dieta sbagliata, non so:

DIETA-KEBAB
Foto pubbliche sul suo profilo Facebook, da me pixellate per rispetto della privacy, ma che in realtà non necessiterebbero la “censura”

Che dire tanto di cappello, in tre anni è tornata ad esser una bella ragazza senza problemi alimentari, ma non può esser che il suo ricovero sia dovuto anche a questo tipo di dieta?

Non posso metter la mano sul fuoco che sia tutta fuffa, può esser che la signora (giovane, ma sposata) abbia avuto un intossicazione alimentare, succede, senza bisogno d’incolpare il kebab (mangiando il sushi si può incorrere in batteri molto più pericolosi ad esempio). Visionando il suo profilo si nota sia anche un amante del sushi e tante altre cosine che non sono proprio a rischio zero!

Quindi non sto dicendo che sia una balla il suo ricovero, ma solo che per sapere davvero com’è la storia occorrerebbero cartelle cliniche, sapere quando è stata ricoverata. Tutto il resto invece è fuffa (gli ingredienti del kebab e la disidratazione al 94%) scritta forse per ignoranza o per voglia di notorietà, ma resta fuffa!