VEGNAMAERICAN

Mi è stata segnalata quest’immagine che circola sul web. Non è mia intenzione proporre delle opinioni in merito a vegani/onnivori, Butac non ha una squadra per cui tifare, ma come sempre, riportiamo solo fatti, verificabili da tutti.

3445b261-efdf-41f7-b785-330dc9fbd745La foto racconta:

Il 40% degli americani soffre di bassi livelli di B12, ma solo l’1% della popolazione è vegan

Poi riporta la testimonianza di Gary Yourofsky che dice che:

Dopo 16 anni di veganismo senza aver mai preso una singola vitamina, ho controllato i livelli di B12 nel 2012 e il valore era perfetto”

Per concludere con:

Quindi se sei onnivoro probabilmente… Hai carenza di B12!

La testimonianza di Yourofsky ovviamente non posso trattarla, ma la frase iniziale dà informazioni molto precise che non è così complesso trattare, specie visto che esiste uno studio abbastanza recente che porta dati abbastanza dettagliati. Lo potete trovare qui.

Il dato suddetto? Lo trovate qui:

The prevalence of deficiency (serum vitamin B-12 < 148 pmol/L) varied by age group and affected ≤3% of those aged 20–39 y, ≈4% of those aged 40–59 y, and ≈6% of persons aged ≥70 y. Deficiency was present in <1% of children and adolescents but was ≤3% in children aged <4 y (the youngest age group reported). Marginal depletion (serum vitamin B-12: 148–221 pmol/L) was more common and occurred in ≈14–16% of those aged 20–59 y and >20% of those >60 y. Plasma MMA concentrations were markedly higher after age 60 y. Of >1600 elderly (age ≥60 y) California Hispanics in the Sacramento Area Latino Study on Aging (SALSA), 6% had plasma vitamin B-12 in the range of deficiency and an additional 16% had marginal status, with evidence of further decline in plasma vitamin B-12 with age (6). The prevalence of vitamin B-12 deficiency (serum B-12 ≤ 150 pmol/L) increased substantially after age 69 y in 3 UK surveys (combined n = 3511); it affected about 1 in 20 people aged 65–74 y and at least 1 in 10 of those aged ≥75 y (7, 8).

Across studies in Latin America, ≈40% of children and adults had deficient or marginal status (9), including a nationally representative sample of women and children in the 1999 Mexican National Nutrition Survey. The reported prevalence of deficient and marginal values is much higher in African and Asian countries, eg, 70% in Kenyan school children (10, 11), 80% in Indian preschoolers (12), and 70% in Indian adults (13).

Quindi quel 40% è reale, ma si riferisce all’ America LATINA dove il 40% dei bambini e degli adulti è stato trovato con una deficienza da B12. L’America Latina è decisamente più povera degli Stati Uniti, ed è facile che l’alimentazione non sia adeguata e che i controlli medici non vengano fatti con costanza e regolarità. Guarda caso la carenza da B12 era comune anche in Europa prima che arrivasse il benessere economico ed alimentare attuale. Negli Stati Uniti si parla di deficit da  B12 tra il 3% il 7% della popolazione, decisamente meno del 40% tanto sbandierato.

Far capire a chi fa girare questo genere di immagini che non fa bene alla sua causa sarebbe importante, diffondere bufale è sempre sbagliato perché alla lunga chi si accorge che lo sono non sa più se considerare valida la fonte, e anche quanto di corretto viene diffuso diventa subito sospetto. Stare più attenti nella condivisione sarebbe un primo passo per essere considerati seri e attendibili.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!