Partendo da un articolo del Fatto Quotidiano del 20 luglio 2019 che s’intitola:

L’intesa coi pm fa risparmiare alla Lega un milione all’anno

Vicenza Più titola:

Lega, diventa di soli 18 milioni il debito di 49 con la Stato da pagare in 76 anni

Avevo già parlato di quei famosi 49 milioni di euro, ma credo che sia il caso fare un ripasso per i tanti che tutt’oggi continuano a non avere ben chiara la situazione.

Il debito della Lega non è diminuito, sono sempre 49 milioni ma di oggi, da pagare entro il 2090. La vicenda è stata spiegata bene da il Post, siamo di fronte a un‘attualizzazione del debito:

…i 49 milioni del 2090 equivalgono oggi a una cifra inferiore a bilancio. Equivalgono, cioè, a un debito più piccolo che aumenterebbe complessivamente con il passare degli anni per via degli interessi e dell’inflazione. Calcolati adesso con questo strumento, quei 49 milioni sono circa 18,5 milioni: uno sconto considerevole. Se vale il discorso che per la Lega 49 milioni pagati in oltre 70 anni equivalgono a 18,5 milioni a bilancio oggi, vien da sé, vale anche il contrario: per lo stato, cioè, il debito ripagato equivale a 18,5 milioni attuali, a bilancio.

A questo bisogna aggiungere che quel debito senza interessi non è un favore fatto alla Lega. Siamo di fronte a un sequestro, non a un debito per tasse non pagate, come spiega sempre il Post:

…il “tasso zero” non è una forma di sconto, bensì l’unico modo di eseguire un decreto di sequestro che non prevede interessi.

E sempre per esser completi è importante spiegare che la Procura di Genova anche oggi ha spiegato che

…era l’unico modo di ottenere qualcosa: «Se avessimo chiesto tutto e subito, il partito sarebbe collassato e lo Stato avrebbe perso tutto».

Non credo sia necessario aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!

Previous articleLeggere e documentarsi: le primarie del PD
Next articleE allora il M5S?
46 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre tremila articoli come autore, oltre a collaborazioni varie. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire, non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.