PUTIN-TERREMOTO

Già leggere e condividere un sito che si chiama news24roma, che non ha alcun riferimento in Home Page, non è una testata registrata, non ha un Disclaimer o un Chi Siamo lo trovo sintomo di non aver minimamente compreso come funzioni la verifica dei fatti, quella base.

Il giornalismo si deve basare sulla regola “delle 5 W”. Ogni articolo che può definirsi tale deve tenere presente le 5 W, e renderle fruibili al lettore.

  • Who? (Chi?)
  • What? (Cosa?)
  • When? (Quando?)
  • Where? (Dove?)
  • Why (Perché?)

“L’articolo” che parla di Putin è di 5 righe:

La Russia si è mossa, in seguito alla calamità naturale che la scorsa notte ha distrutto il centro Italia, Putin ha deciso di aiutare l’Italia inviando uomini della protezione civile russa e automezzi speciali per far fronte alle tonnellate di macerie.

“L’Italia non è sola, la madre Russia è generosa e non lascia i suoi figli in difficoltà. Aiuteremo l’Italia con ogni mezzo a disposizione”

Non c’è altro. Quando, come, dove? Si risponde solo a due delle 5 w, male. Non è una notizia affidabile.

Putin ha sicuramente espresso il suo cordoglio e offerto il suo aiuto, come si fa normalmente tra paesi civili; per le notizie di provenienza russa la fonte che mi verrebbe da cercare per un riscontro è la Tass, testata statale che se può incensare il governo non perde occasione. Se Putin si prodiga verso un paese dell’Unione loro lo riportano, fa parte del loro compito, oltre ad essere la quarta agenzia di stampa al mondo come numero di collaboratori e strutture.

E la Tass difatti ha un articolo dedicato alle condoglianze e gli aiuti offerti dal presidente.

Putin said in a telegram of condolences that “Russia shares the grief of the friendly Italian people” and expressed readiness “to render the necessary assistance in coping with the aftermath of this disaster.”

Quello che però va riportato è che lo stesso genere di messaggi sono stati ricevuti da moltissimi capi di stato esteri. Basta dare una scorsa alle news in inglese e/o altro idioma, per accorgersi che troviamo aiuti e condoglianze offerte dal primo ministro israeliano Netanyahu, dal segretario americano John Kerry… anche loro hanno offerto aiuti, come hanno espresso cordoglio gli islandesi, gli olandesi, offrendo supporto ma riportando anche che:

According to the Netherlands Urban Search and Rescue Team, which is often dispatched to help in searching for victims after natural disasters, Italy indicated that no international help is necessary at this stage.

Ovvero, secondo le unità olandesi, che intervengono in aiuto in casi come questo, il governo italiano ha spiegato che al momento non ci sono necessità di aiuti internazionali per gestire la situazione. Sia chiaro, qui sopra ha citato solo i primi risultati usciti, ma cercando si trovano davvero tanti Paesi offrire il proprio aiuto e supporto. Vedere condivisa la citazione di Putin come se gli altri non esistessero è deprimente.

Come sempre solo alla fine di una “sbufalata” cerco se colleghi l’hanno già trattata, in questo caso mi accorgo  che l’amico David ha già trattato l’argomento, ma pur arrivando allo stesso punto, trattiamo la cosa da punti di vista differenti. Ma siamo d’accordo, chi fa circolare questo genere di “notizia” è uno sciacallo, e non trovo su un piano poi così differente gli uTonti che condividono fuffa certificata, vista la provenienza.

Perché ci accaniamo così tanto su fatti come questi?

Perché nell’era dell’informazione digitale, una notizia, ripetuta e condivisa migliaia di volte da siti e pagine differenti diventa così “virale” da diventare vera per le future generazioni che ne cercheranno traccia.

Siate Utenti, non uTonti!

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

PS

Su Il Populista del 24 agosto era uscito un articolo che diceva così:

Anche Mosca si stringe attorno al centro Italia e lo fa direttamente per mano di Putin che, stamane, a nome suo e della Federazione Russa, ha espresso solidarietà al nostro Paese, scosso dal terribile terremoto di questa notte.

Il primo telegramma arriva dal vertice del Cremlino. Vladmir Putin ha porto le proprie condoglianze al presidente del Consiglio Renzi. “La Russia – riporta il documento – condivide il dolore della popolazione italiana, ed è pronta ad assicurare la necessaria assistenza per affrontare l’emergenza successiva al terremoto”.

Il secondo telegramma arriva addirittura dalla task-force russa. Il ministro delle Situazioni di Emergenza russo Puchkov, ha inviato un messaggio al capo della Protezione civile Fabrizio Curcio,offrendo assistenza pratica all’Italia nelle operazioni di rimozione delle macerie e di ricerca dei dispersi…

…Stiamo a vedere gli sviluppi. In questo momento ne avremmo proprio bisogno, ma il sentore è che, a qualcuno, questa offerta di aiuto darà parecchio fastidio.

A voi che leggete il Populista chiedo, trovate normale che venga messo in evidenza SOLO l’aiuto offerto da Putin? Quando nelle stesse ore tutti offrivano lo stesso aiuto? SE la risposta è si, davvero non so perché siate ancora qui a leggere Butac, a che vi serve? Se la risposta è No, suggerisco di meditare su quali siano le testate da leggere e quali quelle da rottamare.