Ma non diciamo bufale!!! Le cose sono esattamente come l’anno scorso e l’anno prima, dai tempi dell’ultima riforma, quel che è successo è che anche il nuovo Ministro non ha ritenuto necessario reintegrare le ore che erano state cancellate dalla precedente riforma…
Come già detto dal Ministero a seguito della riforma, in occasione dell’apertura dell’anno scolastico 2010-11:

La presunta riduzione di ore di storia dell’arte non trova alcun riscontro nei nuovi programmi introdotti con la Riforma della scuola secondaria di secondo grado. Rispetto infatti al precedente ordinamento nel liceo scientifico il totale delle ore dedicate alla storia dell’arte, integrato con il disegno tecnico, è rimasto assolutamente invariato anche se l’orario è stato rimodulato. 

Nel liceo classico il vecchio ordinamento prevedeva un’ora di storia dell’arte in terza e quarta e due ore in quinta. Dopo la Riforma le ore di storia dell’arte sono state aumentate a due per tutti gli anni del triennio.

La Riforma ha inoltre esteso lo studio della storia dell’arte inserendola in tutti i programmi dei nuovi licei che sono stati creati: il Liceo delle scienze umane, il Liceo Linguistico, il Liceo Musicale oltre naturalmente il Liceo artistico che è stato profondamente riorganizzato. Anche nelle scuole medie, dopo la Riforma Moratti, era stata inserita l’ “educazione artistica” che prevede non solo il disegno ma anche elementi di storia dell’arte.

 Non c’è stata alcuna riduzione nei programmi della scuola media per questa disciplina. Nelle scuole secondarie superiori non può essere fatto alcun confronto organico con la miriade di sperimentazioni (oltre 800) che avevano numerosi modelli orari e si differenziavano l’uno dall’altro sia nelle ore che nelle discipline, rispetto agli ordinamenti sui quali è intervenuta la Riforma.

 

Basta oltretutto avere figli a scuola per rendersene conto, le ore ci sono e non c’è alcuna intenzione di eliminarle, si è solo NON ritenuto necessario aumentarle, cosa ben diversa dai titoloni pubblicati dalle tonnellate di giornalacci che pubblicano online…
Qui potete trovare le ore dedicate a ciascuna materia secondo il programma del Ministero dell’Istruzione, vis sembra che sia sparita la storia dell’arte?

 

  • Liceo Artistico : 99 ore all’anno per il quinquennio
  • Liceo Classico: 66 ore all’anno per il triennio
  • Liceo Linguistico : 66 ore all’anno per il triennio
  • Liceo Musicale : 66 ore all’anno per il quinquennio
  • Liceo Scientifico : 66 ore all’anno per il quinquennio
  • Liceo Scienze Umane : 66 ore all’anno per il triennio
Non dico siano tantissime, ma anche io che ho fatto il Liceo svariati eoni addietro non ricordo di averne fatte più di due alla settimana, voi ricordate diversamente? Vi sentite tutti così ignoranti in materia? Oddio forse si, ma se davvero fossimo stati così interessati alla materia non è che un’ora in più avrebbe cambiato molto, no?
Comunque la notizia è bufala e chi l’ha diffusa evidentemente o è poco interessato al fact checking o ha interessi personali sulla cosa o sul gettare fumo negli occhi ai propri lettori. Ammetto che la campagna di sensibilizzazione di BLOGGOKIN mi ha fatto sorridere, ma il resto è fuffa.

Si è vero certe sezioni sperimentali che avevano introdotto ore di storia dell’arte in bienni dove prima non c’era si sono trovati quelle ore tagliate, ma le cose sono (per quanto riguarda la storia dell’arte) tornate solo indietro di pochi anni (quando suddette sperimentali non c’erano), senza per questo si possa parlare di eliminazione, abolizione o cancellazione di una materia …fare sensazionalismo così vuol solo dire una cosa: voglio i vostri click, le vostre email per le petizioni, le vostre visite…a poco m’interessa fare vera informazione.

AGGIORNAMENTO dell’una e trenta di notte del 6 febbraio, un fan su facebook ha portato alla mia attenzione questo post : http://fascinointellettuali.altervista.org/attualita/144-non-hanno-abolito-storia-dell-arte-nelle-scuole che ho trovato ben fatto, con tutta la trafila, raccontata in maniera meno semplicistica della mia…se ne avete voglia vale la lettura.

Qui trovate un link ad uno dei tanti articoli che hanno circolato in merito…non bufalaro, ma che tanti di quelli che han poi riportato la bufala han citato come fonte...l’articolo viene da Artribune, e spiega abbastanza bene i fatti, seppur partendo dal (secondo me) solito errore di attribuire i problemi alla Riforma Gelmini, che in realtà ha cambiato pochissimo le cose per quello che erano le effettive ore di storia dell’arte nella maggioranza delle scuole superiori (ma come il loro anche il mio è un giudizio personale).

AGGIORNAMENTO:
Tra ieri ed oggi vi sono stati tanti commenti sia qui che sulle pagine dei Social, commenti positivi, e negativi, per cercare di fare un poco di chiarezza in più pubblico la lettera con cui la direttrice di ANISA
(Associazione Nazionale Insegnanti Storia dell’Arte) cercava di spiegare le cose al suo meglio:

Non vi è dubbio che le notizie riportate siano prive di fondamento.

E’ un dato di fatto, ed è anche un merito della battaglia condotta negli ultimi anni dalla nostra Associazione, che la Riforma Gelmini abbia portato – nei regolamenti attuativi – ad un incremento della storia dell’arte nel Liceo Classico Tradizionale (passando dalle precedenti 4 ore complessive del triennio: 1+1+2, alle attuali 6 ore: 2+2+2).

Il pesante ridimensionamento della presenza della nostra disciplina nei curricoli scolastici si è registrato invece nell’istruzione Professionale (da dove è sparita), in quella Tecnica (dove è stata ridotta, per esempio, nell’indirizzo turistico).

Più in generale, tutti gli indirizzi (Liceo Classico compreso) hanno perso ore di storia dell’arte a causa della eliminazione delle sperimentazioni che avevano permesso, in una notevolissima quantità di scuole italiane, l’incremento del monte ore proprio in risposta ad una esigenza formativa espressa dall’utenza e sostenuta dai Collegi Docenti in regime di autonomia. Tanti Licei Classici, per esempio, avevano inserito la Storia dell’Arte nell’offerta formativa del Ginnasio. Con l’eliminazione delle sperimentazioni, tale incremento è stato annullato.

Di tutto questo, l’ANISA ha dato puntuale informazione in ogni modalità e in ogni sede (dai quotidiani nazionali, alle reti televisive, alle sedi istituzionali, ai convegni italiani e stranieri), senza mai affermare che la Storia dell’arte è stata “eliminata”. Ciò è del tutto falso e, riteniamo, molto facile da verificare. Basta consultare i Regolamenti dei nuovi Licei: DPR 87, 88, 89/2010 con i relativi quadri orari.

Auspichiamo che nel prossimo futuro il dibattito sulla presenza dell’educazione all’arte e al patrimonio nella scuola secondaria superiore possa riaprirsi. Lo stesso Ministro ha recentemente rilasciato dichiarazioni positive in questo senso.

Allego la lettera che, proprio in questi giorni, la nostra Associazione – nella persona della Presidente Rech – ha inviato al Ministro Carrozza.

Sperando di aver risposto in modo esaustivo alla sua richiesta, la saluto cordialmente.

Irene Baldriga

Direttivo Nazionale ANISA

Roma”

 

Quindi come potete vedere a differenza di quanto sostenuto da tanti nei commenti qui sotto è un dato di fatto che la Riforma Gelmini abbia aumentato le ore di Storia dell’arte nella maggioranza delle scuole e l’abbia invece eliminata solo da determinati istituti professionali…Ringrazio la Dott.ssa Baldriga (e Neil Perri) per l’aiuto dato!

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

Previous articleLa giornata del clandestino…
Next articleIl Corriere del Mattino, Lercio & Co.
46 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre tremila articoli come autore, oltre a collaborazioni varie. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire, non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.