Altro giro altro regalo, nuovo link truffa!

Fossi nella Ferrero farei di tutto per scoprire chi sta usando il nome della crema spalmabile più conosciuta nel mondo occidentale e lasciarli in mutande. Ma purtroppo chi fa queste truffe sfruttando marchi famosi cerca di celare sempre molto bene la propria identità (anche se non sempre gli va così bene).

Questa della Nutella ricalca alla perfezione quella su Rainbow Magicland di pochi giorni fa. Un link che circola sui social, un’offerta imperdibile:

Nutella sta regalando un barattolo da 5 Kg a 500 famiglie per celebrare il 54 ° anniversario. Ottieni il tuo barattolo di nutella gratuito a: http://www.nutẹlla.com/……..

Capiamoci, che senso ha festeggiare il 54° anno di attività? Oltre al fatto che la Nutella è entrata nel mercato nel 1965, quindi al massimo sarebbe il 53° anno. Il link inganna, perché rimanda su un nutella.com, ma in realtà siete su un sito che scrive nutella con un puntino invisibile sotto la e, come riporta Whois:

Non è il vostro monitor a essere sporco, il puntino sotto la e è chiaro se lo si guarda così, ma il browser non lo mostra, convincendovi di essere sul sito ufficiale della Nutella.

La trafila è sempre la stessa, poche domande per poi comunicarci che abbiamo vinto, che dobbiamo condividere il link e inserire la nostra mail. Se lo facciamo da pc il rischio massimo è finire in catene spam, se lo facciamo da device collegati a una sim il rischio maggiore è trovarsi addebiti non richiesti sulla carta.

Fatevi furbi, se volete 5 kg di nutella comperateli al supermercato. E quando vedete promozioni come questa, senza cliccare il link andate a verificare sul sito ufficiale (o sulle sue pagine social) se trovate traccia della notizia. Non ci vuole molto e può risparmiarvi un po’ di beghe.

Se ci pagassero i poteri forti della Ferrero sarebbe bellissimo che mandassero a noi di BUTAC un barattolone da 5 kg o più di Nutella. Ma purtroppo anche noi dovremo accontentarci di andarla a comperare al supermarket sotto casa.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!

Previous articleI festeggiamenti della Croazia
Next articleZuckerberg e l’Olocausto
46 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre tremila articoli come autore, oltre a collaborazioni varie. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire, non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.