Nel lontano 2001 sui gruppi Usenet (forum in forma solo testuale usati prima dell’avvento dei social) circolava un messaggio che mi avete segnalato in questi giorni. La differenza tra quello fatto circolare nel 2020 rispetto a quello del 2001 è solo il fatto che la valuta è stata convertita in euro, mentre prima era in lire.

Versione 2001:

Sull’Espresso di questa settimana c’e un articoletto che spiega che
ecentemente il Parlamento ha votato all’UNANIMITA’ e senza astenuti un
aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa 2.200.000 lire al
mese.
Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare nei
verbali ufficiali

Gli Onorevoli e noi.
STIPENDIO 37.086.079 AL MESE
STIPENDIO BASE 19.325.396 al mese
PORTABORSE 7.804.232 al mese (generalmente parente o familiare)
RIMBORSO SPESE AFFITTO 5.621.690 al mese
RIMBORSO SPESE(che non si possono dire) 1.001.320 al mese
RIMBORSO SPESE VIAGGIO 2.052.910 al mese
TELEFONO CELLULARE gratis
TRIBUNA D’ONORE NEGLI STADI gratis
TESSERA DEL CINEMA gratis
TESSERA TEATRO gratis
TESSERA AUTOBUS – METROPOLITANA gratis
FRANCOBOLLI gratis
VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis
VIAGGI TRENO CARROZZA LETTO gratis
CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
CORSO LINGUA STRANIERA gratis
PISCINE E PALESTRE gratis
VAGONE RAPPRESENTANZA DELLE FS gratis
AEREO DI STATO gratis
USO DI PREFETTURE ED AMBASCIATE gratis
CLINICHE gratis
RIMBORSO SPESE MEDICHE gratis
ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis
ASSICURAZIONE IN CASO DI MORTE gratis
AUTO BLU CON AUTISTA gratis
GIORNALI gratis
RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per 2.850
milioni di lire)
LIQUIDAZIONE (per ogni anno di mandato si intascano uno stipendio)
PENSIONE 4.762.669 (possono acquisire il diritto alla pensione dopo 35
mesi
in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni)
INDENNITA’DI CARICA (da 650.000 circa a 12.500.000) 200.000.000 circa
li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge
sul finanziamento ai partiti), 50.000.000 ogni anno ciascuno e fondano un
giornaletto. (Es: la sig.ra Pivetti, ex-Presidente Camera dei Deputati, per tutta la vita avra l’auto blu ed una scorta sempre a suo servizio)
Questa classe politica ha causato un danno al paese di 2 MILIONI E 446 MILA MILIARDI.
La sola camera dei deputati costa al cittadino 4.289.968 AL MINUTO

Far circolare…….stiamo promovendo un referendum per l’abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari…………queste informazioni possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i mass media rifiutano (servi), di portarle a conoscenza degli italiani……

se lo ritenete opportuno, fate circolare queste scandalose informazioni grazie

Oggi circola sia su Facebook che su Whatsapp ma la pappa non cambia. Questa è la versione 2020:

Paghi le tasse ???

Leggi un po’ questo: RIVOLTA ARMATA. ITALIANI È L’ORA!

PRIVILEGI DEI PARLAMENTARI

Sull’Espresso di qualche tempo fa c’era un articoletto che spiegava che il Parlamento aveva votato all’UNANIMITA’ e senza astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa 1.135€ al mese.
Inoltre la mozione é stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.
STIPENDIO: 26.150€ AL MESE;

PORTABORSE: circa 5.030€ al mese (generalmente parente o familiare);

RIMBORSO SPESE AFFITTO: circa 3.900€ al mese;

INDENNITA’ DI CARICA: (da 335€ circa a 9.455€);

TUTTI ESENTI DA TASSE
più

TELEFONO CELLULARE: gratis;

TESSERA DEL CINEMA: gratis;

TESSERA TEATRO: gratis;

TESSERA AUTOBUS gratis;

METROPOLITANA: gratis;

FRANCOBOLLI: gratis;

VIAGGI AEREO NAZIONALI: gratis;

PEDAGGI AUTOSTRADE: gratis;

PISCINE E PALESTRE: gratis;

FERROVIE DI STATO: gratis;

AEREO DI STATO: gratis;

AMBASCIATE: gratis;

CLINICHE: gratis;

ASSICURAZIONE INFORTUNI: gratis;

ASSICURAZIONE MORTE: gratis;

AUTO BLU CON AUTISTA: gratis;

RISTORANTE: gratis (nel 2018 hanno mangiato e bevuto gratis per 2.472.000€).

INOLTRE: Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a oltre 40 anni di contributi ( per ora!!!);

Circa 193.000€ li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: hanno a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l’auto blu ed una scorta sempre al loro servizio);

La classe politica ha causato al paese un danno di 2 MILIARDI e 255 MILIONI di EURO.
La sola camera dei deputati costa al cittadino 3.215€ al MINUTO !!

Far circolare……. promoviamo un referendum per l’ abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari e di tutti i consiglieri regionali… queste informazioni possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli italiani..

PER FAVORE CONTINUARE LA CATENA !!!

Già il fatto che la storia giri tale e quale a distanza di 19 anni a me fa sorridere molto, significa che era stata strutturata benissimo per parlare alle pance di quelli che s’indignano facilmente. All’epoca girava per attaccare Berlusconi al suo secondo governo da qualche mese, ha girato su gruppi vari, e a quanto si legge nei commenti era già uscita anche precedentemente, sempre con l’obbiettivo di attaccare il centro destra.

I numeri erano sballati, ma sono passati 19 anni e qualcuno che la condivide lo si trova ancora. La cosa curiosa è che già all’epoca il testo era stato sbufalato e trattato e si scopre qualcosa che non dovrebbe sorprenderci più di tanto. Tra chi aveva condiviso la bufala, infatti, c’era anche il Codacons, che oggi ne ha rimosso ogni traccia dal suo sito, ma su Punto Informatico del 2002 troviamo quest’articolo che riporta:

…ad alimentare il traffico di email inutili, pensate per appesantire la mailbox di numerosi utenti e suscitare false preoccupazioni ce n’è anche un’altra che in Italia ha già avuto grande diffusione e che sembra davvero “resistente”. Si ripresenta ancora una volta proprio in questi giorni con la complicità di un clamoroso errore del Codacons. Un’email fasulla che ha ripreso a circolare e che racconta di un fantomatico articolo apparso sull’Espresso. In realtà riprende con moltissime imprecisioni e invenzioni una parte dei contenuti di un vecchio pezzo uscito nel 2000 sul settimanale. Il contenuto fasullo del messaggio è però così “scabroso” da aver scatenato un’ondata di indignate email. Tra l’altro, come segnalato di recente da Paolo Attivissimo nella sua mailing list, persino il Codacons riprende i contenuti falsi di questo messaggio utilizzandoli per un appello a Berlusconi e Rutelli, contribuendo così alla diffusione ulteriore della bufala.

Che rende di fatto Paolo il primo in assoluto ad aver debunkato la storia. Ero già iscritto alla sua mailing list nel 2001, chissà se su qualche vecchio hard disk ho ancora la posta salvata dell’epoca, mi è quasi venuta la voglia di andarmela a cercare… ho detto quasi. Quello che è interessante è che l’articolo dell’Espresso era uscito nel 2000 (evidentemente non contro Berlusconi visto che in quell’anno non era al governo, Amato o D’Alema erano in carica, non sapendo il mese d’uscita non so chi dei due) per davvero, e che da lì, con numeri a caso e qualche chilo di bufale, la storia aveva cominciato a circolare. Sono passati 20 anni, dite che è il caso di smettere di farla girare?

Non credo serva aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it