L’Osservatorio Internazionale dei Diritti Umani Nazione Italica

Ma che davero?

Mi avete segnalato, in più d’uno nelle ultime settimane, contenuti che hanno avuto origine o sono stati condivisi da una pagina Facebook che si definisce “Osservatorio Internazionale dei Diritti Umani Nazione Italica”, la pagina ha anche un sito web, registrato nel 2017.

Sarebbe da mettersi a fare fact-checking di ogni post che appare sulla loro pagina. Ma la cosa che mi ha incuriosito di più è chi si celi dietro la stessa. La pagina FB, infatti, ha cambiato nome quattro volte da quando è stata aperta.

La pagina è gestita da sei persone, una sta a Malta e le altre tutte in Italia.

Il sito è registrato da un fantomatico MARONGIU WOLFGANG JONNI WILLI, nome che sembra tutto tranne che reale, il problema è che se lo cerco salta fuori un’agenzia di viaggi di Pisa e una residenza ad Attigliano, in provincia di Terni… o meglio saltano fuori siti che mi segnalano queste informazioni, senza che sia possibile verificarle. Collegati all’agenzia di viaggi (che credo chiusa da tempo, visto che la partita iva non risulta all’agenzia delle entrate) trovo alcuni nomi meno strani, che non sto a riportarvi ma di facile reperimento.

Su un sito di quelli che raccolgono numeri di telefono recuperati dalla rete li geolocalizzano a Trani:

Questo Marongiu Wolfgang sta evidentemente ad Attigliano, provincia di Terni, e dallo stesso indirizzo e numero di telefono fa partire alcune sue attività, perché con lo stesso numero di cellulare e indirizzo risultano un’agenzia di modelli e questo “osservatorio dei diritti”. Io vorrei che voi deste un’occhiata a Via Case Sparse per capire la poca affidabilità che può avere come recapito di un qualcosa di così altisonante… ma anche come agenzia di modelli mi fa molto strano eh.

Analizzando il sito dell’Osservatorio si trovano altri volti, con nomi e cognomi, e si trova un’altra referenza una fantomatica Confederazione Nazioni Unite, nome altisonante, con il logo fatto così:

Si presentano con un sito al dominio confederazionenazioniunite.org, registrato nel 2019 ma per ora limitato a una singola pagina che riporta solo:

La confederazione Nazione Unite (CNU) raccoglie tutti i gruppi e singoli individui che togliendo la delega di amministrazione del loro Trust allo stato si sono Autodeterminati.

La CNU intende creare in tutta italia con la collaborazione di tutti aeree extraterritoriali (AE) in cui insediare nuove economie sane ed etiche dove non ci sia controllo da parte dello stato spa o dell’europa.

Persone autodeterminate consapevoli che vogliono riappropriarsi del territorio italico in modo pacifico.

Le AE saranno finanziate attraverso una Crittovaluta (si si c’è scritto proprio Crittovaluta, non siate cattivi ndmaicolengel) sovrana il dinastycoin, che viene messo a disposizione attraverso un Ente Banca dislocato in una AE a tutti gli aderenti alla CNU che hanno progetti di sviluppo di nuove AE.

 

Puzzano tanto di nuovi One People Public Trust o meglio di sostenitori della “Sovranità Individuale“, ovvero gente che cerca escamotage per non pagare tasse e debiti nel Paese in cui risiede. O meglio ancora, truffatori che cercano di convincere gente piena di problemi e debiti a seguirli. Magari dando loro una piccola quota associativa… L’abbiamo già visto succedere, io ho tutt’ora una causa in corso con un avvocato che ha fatto di questo per qualche anno il suo mestiere principale: truffare i poveri suggestionabili. Chissà se anche qui siamo di fonte a un caso simile.

Quello che è certo è che l’Osservatorio è un qualcosa di fittizio, che non ha alcun potere di alcun genere, e che non ha nessuna credibilità in campo legale. Quest’anno di entità simili ne abbiamo viste altre, sono specchietti per allodole, fatti apposta da gente che oggi segue le varie narrazioni stile Q per attirare persone suggestionabili e spaventate che necessiterebbero di aiuto. Persone che dovrebbero essere avvicinate da psicologi, da terapeuti che possano far capire loro come non siamo di fronte alla fine del mondo. E invece vengono tirati su come pesci in una rete da pescatori senza scrupoli che li useranno come carne da macello, online e offline, istigandoli a manifestare contro le mascherine, contro i lockdown, contro i medici. Invitandoli a non rispettare le misure di contenimento, mettendo a repentaglio la loro salute e quella degli altri. La Polizia Postale dovrebbe intervenire contro questa gente, lo Stato dovrebbe intervenire, non noi.

Non credo di poter aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!