PANENAPOLI

Questa foto non è stata scattata di fronte ad un Centro Caritas di Napoli, è di Luglio 2015, l’ha scattata Ferdinando Kaiser. L’originale postata da Kaiser ha solo 254 like.

Ma quella che sta girando da qualche giorno a questa parte, accompagnata da queste parole:kaiser-antonio

AIUTARE AD AIUTARE . BUON GIORNO A TUTTI VOI , BUONA DOMENICA ,QUESTA IMMAGINE E STATA SCATTATA NEL CENTRO DI NAPOLI ,DOVE ESISTE UN CENTRO CARITAS , CONSEGNANO IL PANE FRESCO TUTTE LE MATTINE AI CLANDESTINI CHE PRIMA ACCETTANO E POI QUANDO ESCONO LO BUTTANO DICENDO CHE LORO SCHIFA IL PANE FATTO DA PANETTIERI ITALIANI !!!!!!! NON E GIUSTO DA PARTE NOSTRA CONTINUARE HA CONSEGNARE GENERI DI PRIMA NECESSITA’ A QUESTA GENTAGLIA CHE PRETENDE SOLO DANARO E LUSSO ,MENTRE GLI ITALIANI FAMIGLIE INTERE VIVONO NEL TOTALE ABBANDONO E NELLA SOFFERENZA !!!!!! .
CONDIVIDO IN PIENO….COMANDANTE TONY.
QUESTO SCONCIO DEVE PUR FINIRE .

…ha oltre 10mila condivisioni!

 

Una è una foto che può infastidire, rappresenta una realtà… e nel suo formato più grande ci fa vedere che quello è un cassonetto per rifiuti alimentari, quindi il suo scopo è contenere cibo, probabilmente è posto vicino ad una zona di mercati e ogni sera vi viene gettato ciò che non è vendibile il giorno dopo. Il fotografo non aveva alcuna intenzione di fomentare xenofobia, ma solo di evidenziare una situazione, fotografarla. Situazione che conosce chiunque lavori in un mercato di una città italiana: alla sera si gettano tante cose che sarebbero ancora mangiabili, ma la legge lo impone. Esiste la possibilità di donare del cibo non ancora scaduto, ma a termine, o di ridurne moltissimo il pr11743006_10205785712494483_2298006402132307040_nezzo.

Non c’è molto altro da dire, avevamo già trattato il cibo che si sostiene venga rifiutato dagli immigrati, qui dalla foto si è scelto di creare una “notizia” da social network. Notizia inventata. Non si tratta di pane gettato da immigrati, ma solo dei rifiuti alimentari di un forno della zona. Andando su Google Maps, nella zona dove il fotografo dice aver scattato la foto ho trovato sia forni che supermarket, uno dei forni è decisamente grande, occupa la buona metà di un palazzo, ma non sono riuscito ad identificare i cassonetti. In compenso nella stessa zona non si trovano centri CARITAS a quanto pare.

Basterebbe accorgersi che quello è un cassonetto ad hoc per Scarti Alimentari per rendersi conto che l’immigrato che per stizza buttasse via il pane non sarebbe così ligio da usare il cassonetto corretto.

Peccato che una foto che vorrebbe denunciare una vergogna italiana diventi l’immagine per una campagna xenofoba.

Siate utenti, non uTonti, evitate di condividere cose di cui non avete la certezza assoluta. Rischiate solo di farci pessima figura.

maicolengel at butac.it

Nota dell’autore
Tra le cose che potete condividere che non sono una bufala ci sarebbe la nostra nomination ai MIA Awards 2015, come Miglior sito tecnico-divulgativo, sia mai che ancora non siate andati ancora a votare. Mancano solo 3 giorni alla chiusura delle votazioni…