PERLEFACEBOOK-EXPO

Scorrendo una pagina Facebook suggerita da un lettore ho capito subito che c’era del potenziale per una perla. Infatti dopo duemila post sul povero Mattielli ne ho trovata una notevole

12122442_872727886168369_2997229292818415718_n

Questo il testo che accompagna l’immagine – e dato quello che è successo l’ultima volta, NON LO ABBIAMO SCRITTO NOI

Un risultato “straordinario”? Sì, ma in negativo. Questi i dati ufficiali delle altre EXPO. Persino Bruxelles, nel 1958, fece il doppio dei visitatori di Milano. E all’epoca non c’erano certo i mezzi di comunicazione e trasporto di adesso…

Come sempre, se si fa cherry picking si può far dire quello che si vuole ai numeri. Una dimostrazione? Eccola

EXPO
ATTENZIONE: IMMAGINE CON DATI VERI MA SELEZIONATI COMPLETAMENTE A CASO AL SOLO SCOPO DIMOSTRATIVO

Anche io sono bravo ad usare Paint. Visto che scarsi gli americani? Abbiamo spezzato le reni a quei tedeschi. Quegli australiani poi! Visto come è facile veicolare l’informazione e indirizzarla dove si vuole? È ovvio che il numero di visitatori è un dato importante, ma ci sono tantissimi elementi e variabili da considerare per valutarne il successo: le dimensioni della esposizione, la durata – alcuni sono durati molto di più dei canonici 6 mesi – il periodo storico, le novità esposte, la città, il clima, gli abitanti della nazione ospitante e così via. Nel momento in cui si tolgono tutti questi fattori il numero crudo di quanti spettatori siano entrati diventa un dato con peso inferiore. Ecco l’elenco degli Expo precedenti con il numero di visitatori in milioni

Londra 1851 6m
Parigi 1855 5m
Londra 1862 6m
Parigi 1867 15m
Vienna 1873 7m
Philadelphia 1876 11m
Parigi 1878 13m
Melbourne 1880 1m
Barcellona 1888 2m
Parigi 1889 32m
Chicago 1893 20m
Bruxelles 1897 8m
Parigi 1900 50m
Saint Luis 1904 19m
Liegi 1905 7m
Milano 1906 5.5m
Bruxelles 1910 13m
Torino 1911 7m
Ghent 1913 9.5m
San Francisco 1915 19m
Barcellona 1929 ?
Chicago 1933/1934 48m
Bruxelles 1935 20m
Parigi 1937 31m
New York 1939/40 44m
Haiti 1949 ?
Bruxelles 1958 41m
Seattle 1962 9m
Montreal 1967 50m
Osaka 1970 64m
Siviglia 1992 41m
Hannover 2000 18m
Shangai 2010 73m
Milano 2015 22m

Seriamente, possiamo paragonare un Expo a Shangai con qualsiasi altro Expo nel mondo? In alcuni Expo sono stati presentati per la prima volta delle nuove tecnologie -i rullini fotografici, il cinematografo, l’aria condizionata, le foto a colori – o delle attrazioni importanti – la capsula spaziale di Gagarin o Guernica di Picasso. L’Expo di Milano si può criticare in molti modi e probabilmente la mancanza di vere novità è stato il difetto più grande. Con una tema importante come l’alimentazione si poteva fare decisamente di più: si potrebbe definire come una Fiera dell’Artigianato pompato.

Considerando le code che si sono viste credo che i 22 milioni siano stati il limite fisico a questa esposizione. Personalmente non ci sono andato anche se ero molto vicino: non ho avuto l’occasione giusta e onestamente quelle code sono state un deterrente super efficace. Tutti nella mia famiglia sono andati e a tutti è piaciuto molto, giovani e meno giovani. Non vi è piaciuto? Allora potete criticarlo, dovete criticarlo. Non ci siete andati? Forse è il caso di capire che le critiche inutili come la perla in questione sono appunto inutili.

La necessità di fare polemiche inutili, sterili e autolesioniste in Italia è un record che nessuno, neanche i cinesi, ci potrà portare via.

Ricordatevi di amare col cuore, ma per tutto il resto di usare la testa.

neilperri @ butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!