clinton

Ormai quando apro i giornali italiani sono davvero pronto a tutto. Alcuni sono un mix di notizie che sembra ripreso da Cronaca Vera e il Daily Mail. L’idea è la stessa che mi è venuta quando ho visto il titolone che ha messo in prima pagina nella sua versione online Il Giornale:

Professore americano: “Hillary Clinton è stata avvelenata”

Non vi sto dicendo che sia una bufala, non è l’intenzione di questo breve articolo. La fonte di questa affermazione è un noto medico americano, Bennet Omalu, che afferma subito dopo anche di non fidarsi di Trump o di Putin e crede che l’ipotesi dell’avvelenamento abbia una qualche probabilità di rivelarsi vera.

Onestamente credo che lo staff medico della candidata presidenziale sia capace di verificare ogni sospetto di questo tipo, e che se ci fosse anche il minimo dubbio di avvelenamento indotto lo cavalcherebbero fin da subito. Cosa che non mi pare succedere. Il malore avuto da Hillary l’11 settembre è sulle prime pagine quasi ovunque, e addirittura in Italia (ma non negli States – curioso) si sostengono teorie che vedono i dem pronti a scaricare Hillary in favore di Joe Biden (ipotesi che mi pare lievemente assurda a questo punto della campagna). Un’informazione però non vedo riportata sui giornali italiani, ovvero la summa della varie bufale che hanno colpito Hillary Clinton e la sua salute nel corso di tutta la campagna elettorale. Bufale messe in giro da sostenitori di Trump, esattamente come succede da noi con quelle sui nostri politicanti.

Se andiamo bene a vedere, secondo la stampa che supporta Donald, è già un miracolo che Hillary sia ancora in grado di stare in piedi.

Dal National Enquirer di agosto 2016:

As desperate presidential candidateHillary Clinton tries to match the momentum of opponent Donald Trump, she’s also battling two shocking secret health issues! In a bombshell exclusive, The National ENQUIRER has learned the 68-year-old Democratic front-runner is suffering from the early stages of the debilitating disease multiple sclerosis — and has endured a series of strokes!

Quindi Hillary avrebbe la sclerosi multipla e avrebbe subito una serie d’infarti. Secondo InfoWars dell’11 settembre 2016 avrebbe il morbo di Parkinson:

Through Dr. Noel’s astute observations, and relying on over 30 years in the medical field, he has concluded that Hillary Clinton is exhibiting the classic signs that point to Parkinson’s Disease,”

Il marito Bill inoltre avrebbe l’HIV, secondo The Political Insider:

Hillary Clinton has repeatedly forced him to get an HIV test from the doctor. This is because the former President “favored unprotected sex.” And while the first tests came back negative, HIV and AIDS might explain an ongoing mystery.

Le sarebbe rimasto un anno da vivere:

Hillary Clinton might actually have 1 year to live based on medical records that were leaked indicating she has a disease called Subcortical Vascular Dementia.

Avrebbe una sosia che la rappresenta quando lei è indisposta:

https://twitter.com/trump2016fan/status/775309732391235584?ref_src=twsrc%5Etfw

Avrebbe il lupus:

When you see pictures of her face I hate to say this my poor dear mother had Lupus and she was taking powerful hydrocortisone and Mrs. Clinton looks to me like she’s taking hydrocortisone.

O avrebbe qualche tipo di handicap mentale, secondo un candidato repubblicano:

“A true believer does what Jesus did … you don’t make fun of people who are impaired, have special needs, and whether you like her or not, Hillary Clinton’s made clear, she is mentally impaired,

Per non parlare del bambino alieno che avrebbe adottato (ma stavolta la testata è smaccatamente satirica, a differenza di quelle riportate qui sopra):

adopts-baby630

Diciamola ben tutta, visti i malanni che le hanno affibbiato è davvero un miracolo che sia ancora in grado di reggersi in piedi.

La questione salute di Hillary prende ampio spazio sui giornali di mezzo mondo, la questione a me lascia lievemente sorpreso. O meglio, capisco benissimo perché possa preoccupare se un candidato presidente ha qualche problema di salute, specie all’età di Hillary. Ma allora Donald? Lui ha tre anni più della Clinton, ha seguito una vita decisamente più sregolata. Come mai nessuno domanda lo stato di salute del candidato repubblicano? C’è un bell’articolo del Washington Post di qualche giorno fa che spiega le cose un po’ meglio:

In 2013, her doctor’s letter reported, her neurologic exam was normal. But that was three years ago. Concussions can cause cognitive decline. Would a current neuro-psychologic exam show any change?

This is all somewhat unfair to Clinton, however, who ends up being placed under greater scrutiny as a consequence of acting more responsibly than her opponent. We can ask specific questions about her health because she has been willing to share some important information, even if it is inadequate. In contrast, we know nothing about Trump’s health.

A one-page letter from his doctor — a gastroenterologist, not the type of physician who usually provides primary care — reported that Trump’s “strength and stamina” were “extraordinary.” We were told “unequivocally” that he would be “the healthiest individual ever elected to the presidency.” This stunningly unprofessional, hastily written letter contained only minimal medical information.

La lettera di cui parla WP è questa che vedete qui sotto:

e6803be4b

La trovate analizzata in inglese su svariate testate, da The Atlantic all’Huffington Post, e tutti sono molto disturbati dal suo contenuto. Sì, perché il tipo di termini usati non è medico, ma la cosa che lascia tanti basiti è che il Dottor Bornestein si firma come medico presso il dipartimento di gastroenterologia dell’ospedale Lennox Hill di New York, ma come spiega The Atlantic:

Bornstein’s signature line says that he is part of the “section of gastroenterology” at Lennox Hill hospital. He is not. And only partly because there is no section of gastroenterology at Lennox Hill hospital.There is a gastroenterology division. And he is not part of that, either.

Sempre secondo The Atlantic:

the evidence suggests that this letter was written at a time distinct from the dating of the letterhead and signature, which are seriously outdated. The letter also does not appear to be written by a physician. It does appear to have been written by someone who speaks like Donald Trump.

Ma ovviamente a questi dubbi e supposizioni Trump non risponde, il medico conferma che quella è la sua firma e tanto basta. Boh, a me sembra che anche in Italia ci sia una “campagna” pro-Trump, volta a minare l’immagine della candidata democratica, e che nessuna delle testate che la attaccano sulle sue condizioni di salute si sia minimamente posta il problema di quali siano invece le vere condizioni di salute dell’altro candidato.

Sia chiaro, lo staff della Clinton ha confermato una polmonite, e questo desta comunque preoccupazione in chi deve scegliere per chi votare, ma mi pare che di ombre sulla salute ne abbia decisamente di più il buon Donald, che evita accuratamente di sottoporsi ad un controllo serio, fatto da medici noti, che porti ad un report meno farlocco.

Non credo sia necessario aggiungere altro, qui un link alla CNN che demistificò qualche tempo fa svariate bufale sullo stato di salute di Hillary Clinton. E qui il Guardian che a sua volta esprime perplessità sulla lettera di Bornestein. Come mai articoli simili in Italia si fa fatica a trovarli?

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!