Qualche giorno fa sui social circolava un meme. Arriviamo lunghi, perché ci sembrava così stupido da non volerlo trattare, ma siccome a distanza di settimane l’immagine continua a circolare, eccoci qui.

Salvini rifiuta l’invito come ospite d’onore al festival di San Remo. Sei un Grande

Ma è una bufala, Salvini non è stato invitato come ospite d’onore a Sanremo, come difficilmente vengono invitati politici sul palco. Capita che ce ne siano tra il pubblico, magari ospiti dell’Amministrazione comunale, ma sul palco, se cercate anche negli anni passati, di solito passano cantanti, comici, qualche dirigente RAI, ma difficilmente politici.

Si tratta del Festival della canzone italiana, non di una passerella per politici e governanti. Ma il post sui social sta diventando virale, perché chi sostiene Salvini è convinto che – siccome tra lui e Baglioni ci sia stata della maretta – il festival sia da boicottare in quanto “comunista”.

Io non seguo Sanremo, saranno vent’anni che non lo guardo, certo che si è fatta satira politica sul palco, di volta in volta diversa, ma è normale. Anche quella è politica, siamo tutti d’accordo. Ma da qui a definire il Festival nel suo insieme come spettacolo da Festa dell’Unità ce ne vuole.

Detto ciò, pare che tra Claudio Baglioni e Matteo Salvini si sia fatta pacetta, o almeno questo è quanto riporta AdnKronos:

Pace fatta tra il ministro dell’Interno Matteo Salvini e il direttore artistico del Festival di Sanremo. A quanto apprende l’Adnkronos infatti, il vicepremier e il cantante e conduttore della kermesse canora si sarebbero sentiti al telefono giovedì scorso chiarendo i dissapori nati tra i due…

Se Salvini ha ricevuto un invito dall’Amministrazione comunale di Sanremo non mi è dato saperlo, ma se fosse arrivato e lui avesse detto No grazie lo sgarbo non l’avrebbe fatto a Baglioni, bensì al Comune di Sanremo.

Non credo sia necessario aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!