LoSAi e il geocentrismo: la fiera della follia

67
151

GEOCENTRISMO

Di LoSai abbiamo parlato già troppe volte, ma faccio un piccolo riassunto per chi non lo conoscesse. Losai.eu è uno dei peggiori siti italiani in circolazione, degno membro della nostra Lista Nera, anzi potremmo chiamarla una “testa di serie”, dove tutti i complotti trovano casa, ma con una reinterpretazione estremista. Mi rifiuto di definirlo estremista cattolico o estremista cristiano, è far loro un complimento, direi solo estremista visionario. Siamo a livelli raggiungibili solo negli stati del sud degli USA, nelle zone più rurali, dove la scienza e la realtà danno fastidio. In data 21 Giugno il boss Di Luciano, che possiamo considerare un fuffaro ai livelli degli altri grandi santoni italiani del web (Marcianò, Mazzucco, Lannes, Chiesa ecc.), pubblica un pezzo di Giorgio M. Ghergon Locatelli intitolato “Come venne insabbiato l’esperimento che dimostrava il geocentrismo” (cliccate pure e leggetevi l’articolo, è un freezepage)

geocentrismo

 

Partirò da fondo, da una delle note dell’articolo, che da sola fa capire il livello del discorso che viene fatto

lobby

 

2 nda. L’etere è il quarto stato della materia, quell’energia sottesa ed onnipresente che fornisce il moto a tutto- vedere ad esempio gli studi di Marco Todeschini, “teoria delle apparenze” ma anche di molti altri- che consentirebbe di “pescare” gratuitamente energia gratuita ed”infinita” solo posizionando una semplice antenna in giardino, come dimostrò uno dei più grandi geni della storia, Nikola Tesla. Naturalmente il concetto di etere, fondamento della fisica classica e di qualunque fisica seria, venne fatto “saltare” e sparire da Einstein, in contemporanea con la nascita delle lobby energetiche e petrolifere che forniscono energia a pagamento.

Alla fine ogni pretesto è buono per arrivare agli stessi argomenti, free energy, il povero Nikola Tesla… le solite cagate (piccola nota, “in contemporanea” dove? la relatività è del 1905 e le prime centrali disponibili dal 1882)

Vi invito a leggere l’articolo, ma facendo un riassunto, è formato da una serie di deliri riguardo all’esperimento di Michelson e Morley, sulla teoria della relatività e la visione religiosa del geocentrismo. Non sono un esperto di fisica, ma leggendo sono sicuro che non lo sia neanche l’autore, oppure se lo è fa volutamente una lettura a senso unico dei fatti apposta per dare credito alla propria visione della realtà, grande classico complottista, ma assurda e ipocrita. Partendo dal presupposto che tutti sappiate cosa sia il sistema geocentrico, se non lo sapete potete leggere qui, cos’è l’esperimento di Michelson e Morley? Come potete scoprire leggendo su Wikipedia, fu un esperimento nel quale si cercò di misurare la velocità della luce e di misurare la variazione di questa dovuta all’etere. L’etere in fisica sarebbe un “mezzo” attraverso il quale si propagano le onde elettromagnetiche: lo spazio dovrebbe essere fatto di questo etere. Nella realtà l’esperimento di cui si parla dimostrerebbe che l’etere non esista,

“The interpretation of these results is that there is no displacement of the interference bands. … The result of the hypothesis of a stationary ether is thus shown to be incorrect.”(A. A. Michelson, Am. J. Sci, 122, 120 (1881))

stando alle parole dello stesso Michelson, che ottenne nel 1907 il premio Nobel per la fisica per l’invenzione degli strumenti con cui condusse questi esperimenti.

Facendo ordine, primo elemento classico dei complotti: scienziato affermato e riconosciuto che serve a dare credibilità alla propria teoria, che viene usato per dimostrare il contrario di quello che afferma. In sostanza, secondo l’autore dell’articolo su LoSai, l’esperimento dimostrerebbe che la terra sia ferma in quanto non c’è nessun vento d’etere, cioè, essendo ferma la terra secondo Locatelli, la velocità della luce non viene influenzata dal movimento dell’etere, variazione che invece ci sarebbe dovuta essere se si muoveva. Difficile? Certo, è su questo che si gioca.

Ai tempi si supponeva l’esistenza dell’etere perchè la luce potesse propagarsi, questa era una “sostanza” ferma che riempiva lo spazio (sulla terra abbiamo l’atmosfera). La Terra,  muovendosi nello spazio, dovrebbe in qualche modo “scontrarsi” con questo etere immobile, creando quindi un “vento”, vento che andrebbe a influenzare la velocità della luce. L’esperimento dimostra che non c’è questa variazione. La conclusione a cui sono arrivati tutti i fisici, supportati dalla teoria successiva di Einstein, e dalla osservazione dell’universo da parte di tutti gli scienziati? Che l’etere non c’è, e non è necessario che ci sia. La conclusione dell’autore, e di tutti quelli accecati dall’estremismo religioso? Che la Terra sia ferma.

La sola ragione d’essere di questi paradossi, come delle acrobazie mentali incorporate alla Teoria della Relatività (contrazione delle lunghezze, allungamento del tempo con la velocità, etc…) risiede nell’esperimento di Michelson-Morley: inattaccabile nella sua realizzazione, ma “bisognava” a tutti i costi interpretarlo senza rinunciare all’eliocentrismo.”

Quello di Einstein fu un escamotage matematico che piegava platealmente i dati così da poter riconfermare l’elicoentrismo; ne conseguì una visione e una distorsione paradossale del mondo, perchè se si manipolano dati reali anche la realtà ne viene intaccata. Da qui i famosi paradossi dei gemelli, delle distorsioni temporali, della materia che si accorcia etc etc.

Vedete l’ipocrisia? Accusano Einstein di aver manipolato i dati reali, quando di fatto è quello che viene fatto da chi ha il coraggio di sostenere ancora il geocentrismo. Si accusa Einstein di aver creato una teoria per spiegare “senza Dio” i risultati dell’esperimento, mentre in realtà è l’esperimento a dare una base alle teorie di Einstein. Come per tutti gli estremismi, non avendo materiale reale su cui basare le proprie ideologie, si ricorre alle bugie. Si insinua il dubbio nel lettore che tutto l’eliocentrismo si basi sul nulla, che sia una baggianata. Per sostenere certe follie deve esserci un guadagno, altrimenti perché farlo?

Il lettore sarà forse stato sorpreso di leggere che l’eliocentrismo era falso… Lo siamo stati anche noi perché eravamo diventati eliocentristi sui banchi di scuola. Quali prove abbiamo del movimento della terra? A pensarci bene nessuna. É l’opinione comune del mondo scientifico che è passata senza prove dal geocentrismo all’eliocentrismo. Oggi, che dei fatti sperimentali confermano la validità del geocentrismo, gli uomini di buona volontà dovrebbero comprendere poco a poco che, rifiutandolo, non si fa solo ingiuria all’Autore delle Sacre Scritture, ma che si mette in pericolo il pensiero di subordinazione al reale che ha guidato dall’origine la nostra scienza “sperimentale”.

Arriviamo quindi al problema teologico. Il problema che pone il sistema eliocentrico, che semplicemente vuol dire che i pianeti girano intorno alla propria stella, è che questa sia in contrasto con la Bibbia. Siamo davanti ad un conflitto molto importante, usiamo una argomentazione religiosa per contestare un principio scientifico.

10 Il Signore mise lo scompiglio in mezzo a loro dinanzi ad Israele, che inflisse loro in Gàbaon una grande disfatta, li inseguì verso la salita di Bet-Coron e li batté fino ad Azeka e fino a Makkeda. 11 Mentre essi fuggivano dinanzi ad Israele ed erano alla discesa di Bet-Coron, il Signore lanciò dal cielo su di essi come grosse pietre fino ad Azeka e molti morirono. Coloro che morirono per le pietre della grandine furono più di quanti ne uccidessero gli Israeliti con la spada. 12 Allora, quando il Signore mise gli Amorrei nelle mani degli Israeliti, Giosuè disse al Signore sotto gli occhi di Israele:

“Sole, fèrmati in Gàbaon e tu, luna, sulla valle di Aialon”.13 Si fermò il sole e la luna rimase immobile finché il popolo non si vendicò dei nemici.

Non è forse scritto nel libro del Giusto: “Stette fermo il sole in mezzo al cielo e non si affrettò a calare quasi un giorno intero. 14 Non ci fu giorno come quello, né prima né dopo, perché aveva ascoltato il Signore la voce d’un uomo, perché il Signore combatteva per Israele”?

Come questi passi possano dare supporto alla teoria geocentrica lo può capire solo un matto. Anche accettandolo letteralmente, cioè che il sole e la luna non si mossero per volere divino, questo sarebbe incompatibile con un sistema eliocentrico? In entrambi gli schemi qualcosa si muove, che siano i pianeti e il sole attorno alla Terra o questa e i pianeti attorno al sole, quindi non sta dimostrando nulla! Perchè un sistema eliocentrico è in contrasto con Dio? Perché per gli estremisti la Terra deve essere al centro non solo del sistema solare, ma dell’universo. Perché? Qual’è il “valore aggiunto” teologico del geocentrismo?

LEGGI ANCHE:  Strani fasci di luce in tutto il mondo

Leggendo l’articolo di LoSai mi sono fatto molti viaggi mentali su cosa scrivere in questo pezzo, ma alla fine ho optato per una strada semplice. Il nostro compito è cercare di far capire dove siano gli errori e le bugie che vengono raccontate in giro, non siamo qui per fare proselitismo o di dare indicazioni alla gente su che cosa credere. Abbiamo trattato una volta il problema della convivenza tra religione e scienza, e ribadisco la mia opinione: la religione non deve cercare di sostituirsi alla scienza e la scienza non deve essere come una religione. Utilizzare la scienza per dimostrare che la scienza ha torto e degli antichi testi sacri abbiano ragione su argomenti scientifici quando questi in realtà non ne hanno alcuna pretesa è dimostrazione di una stupidità di cui solo alcuni ambienti complottisti sono in grado. La Chiesa Cattolica ha abbandonato la sua posizione sul sistema geocentrico 300 anni fa, per questo faccio fatica a definire estremisti cattolici chi scrive certe panzane. Infatti come abbiamo visto più volte sul nostro blog, la Chiesa stessa è vittima di infamie da parte di ambienti estremisti religiosi che non reputano abbastanza “cattolica” la Chiesa romana, demonizzandola e inventando legami col satanismo. Stessa sorte che tocca agli ebrei, padroni del mondo: gli estremisti si appropriano dei testi religiosi del popolo di Israele, di fatto si sostituiscono a loro, quindi per poter giustificare l’odio razziale nei loro confronti questi vengono demonizzati, servi di satana che cospirano contro la popolazione mondiale. Nascono quindi questi paladini della Bibbia che si ergono come eroi per difendere posizioni ultra estremiste, battaglie per le quali la Chiesa si rivela, a loro modo di vedere, indegna.

È mia opinione che queste persone, nella loro follia, siano convinte di dare chissà quale servizio a favore della fede. L’unica cosa che fanno è rendersi ridicoli, e far sembrare chi ha fede un popolo di deficienti e ritardati.

Le terminologie usate sono: “esperienza personale”, “la mente crea il mondo”, ” la mente che influenza gli esperimenti”, “che crea gli eventi”, ” le cose esistono solo quando le osservi”, “tutto è relativo, soggettivo”. Concetti più filosofici che fisici, del tutto simili alle teorie eretiche che sarebbero sorte poi in seno alla Chiesa Cattolica; modernismo, immanentismo, relativismo, quello scivolare cioè, nell’esperienza soggettiva relegando l’oggettività, la schietta veracità di un mondo concreto, tangibile, palpalbile e descrivibile, come insegna da sempre la Scolastica, in un profondo dimenticatoio.

Ma di cosa stai parlando? A quando i forconi e le torce? Il Cialtronevo avanza e miete sempre nuove vittime.

LEGGI ANCHE:  Chiesa di Lignon bruciata da due ragazzi musulmani?

Per chi volesse leggere i risultati delle sperimentazioni di Michelson, le potete trovare qui. Comunque dopo le misurazioni del 1924, vennero fatte sempre da Michelson anche negli anni successivi, e anche negli anni trenta. Michelson non parla da nessuna parte dell’etere e si evince che ogni sistema di misurazione utilizzato porta con se delle limitazioni dovuti al metodo utilizzato, agli strumenti e a fattori esterni. Una cosa però da valutare è che Michelson si rivela in accordo con la teoria di Einstein in quanto definisce la velocità della luce una costante

costant

Girando sul web noto che ci sono svariati soggetti che sostengono l’esistenza dell’etere ancora oggi. Noto che la maggioranza tende a farlo con il solito sistema complottista: si prendono testi e tesi vecchie, tendenzialmente superate, e le si usano contro quelle più nuove o maggiormente accettate, decidendo in maniera arbitraria di avere in mano la verità. Quello che fa LoSai, che poi è tratto dal lavoro di Nourissat, è però usare una controversia (l’esistenza dell’etere) per dimostrare altro, che non ha nulla a che vedere (la Terra è ferma). Potevo capire queste discussioni prima dell’era spaziale, ma ora questo è inaccettabile.

Ricordatevi di amare col cuore, ma per tutto il resto di usare la testa.

neilperri @ butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!