Tra i post dei visitatori della pagina Facebook di Butac mi è capitato di leggere questo simpatico messaggio:

CREATORI DI BUFALE, PROPAGANDA UN TANTO AL CHILO:
Butac (famoso sito “anti-bufale”) fa dei calcoli ad hoc per bollare come bufala lo studio tedesco svolto dal laboratorio AGBUG che ha analizzato diverse fiale di vaccino.. ma i calcoli sono sbagliati! Lo studio riporta i valori in mcg/litro[1], loro li convertono in mg[2], per farli sembrare di mille volte minori, poi citano i limiti di sicurezza dell’acqua depurata[3], i quali parlano chiaramente di 10 mcg su LITRO! Dalle analisi delle fiale risultano (e butac anche è d’accordo) 388749,64 microgrammi di alluminio su LITRO per il vaccino cervarix (alcuni in realtà hanno anche quasi il doppio e oltre!).
Il fatto è che NON ha senso convertirlo in mg, a meno che non vuoi fare sembrare quei numeri irrisori…(cosa che parrebbe facciano anche le industrie farmaceutiche, oltre che butac)
Secondo l’FDA, nel documento dove vengono indicati i limiti di sicurezza dell’alluminio, la concentrazione di alluminio massima CONSENTITA nelle soluzioni parenterali (iniettabili) è di 25 mcg di alluminio su UN LITRO[4]! E questo per gli adulti.
Alcuni esempi di quantità di alluminio RILEVATA nei vaccini:
Tetanus Impfstoff Merieux: Aluminium 258.454,45 mcg/L
Tetanol Pur: Aluminium 770.354,72 mcg/L
Infanrix hexa contiene 1.357.162,46 microgrammi di alluminio PER LITRO![1] quindi quanti ne contiene per ML?
Se proprio vogliamo fare un calcolo, non necessario ma per scupolo:
Un litro sono mille ml, quindi se dividiamo per mille 1.357.162,46 mcg/l abbiamo 1.357,16246 mcg/ml di Alluminio per 1ml (millilitro). Il che è fuori da ogni limite consentito!
Ricordiamoci che il limite massimo è di 25mcg/LITRO!
Questo era il calcolo da fare… BUFALARI!
Fonti di consultazione:
http://www.agbug.de/download/Impfstoffuntersuchung01.pdf[1]
http://oi63.tinypic.com/fvix6h.jpg[2]
http://oi66.tinypic.com/28s8nfd.jpg[3]
http://www.jpands.org/vol21no4/miller.pdf (Studio che evidenzia le grandi quantità di Al somministrate ai bambini con le ripetute vaccinazioni, secondo quanto riportato nelle schede dei farmaci, quindi sono dati ampiamente sottostimati rispetto a quanto è in realtà ed è stato rilvevato da AGBUG)
https://www.accessdata.fda.gov/…/cfdocs/cfcfr/CFRSearch.cfm… (FDA Limiti di sicurezza alluminio)[4]

Che fa riferimento a questo mio articolo di qualche mese fa.

Il messaggio riporta le fonti di consultazione: due link a Tinypic nel caso non trovaste l’articolo su Butac, un link ai rapporti di prova emessi dal laboratorio Micro Traces Mineral Labor sulle fiale testate, un link a una pagina dell’FDA che dal mio laptop non riesco ad aprire (e non ho alcun blocco), un link a uno studio recente di un tale Miller. Curioso come se scrivo il nome del ricercatore Neil Z. Miller su Google il primo risultato che appaia rimandi a un articolo di Maicolengel di fine maggio. Ecco, qui potrete trovare il suo curriculum. Uno psicologo. L’autorità massima certamente per parlare di vaccini, immunologia e tossicologia. Metto il suo studio tra le millemila cose che ho da leggere. Prima o poi lo farò, quando avrò del tempo libero e nient’altro di meglio da fare (l’articolo sui metalli pesanti ad esempio viene prima, molto prima…). Nonostante l’approccio usato nel suo messaggio non sia dei più amichevoli il dubbio di aver scritto qualche castroneria mi è comunque sorto, per cui sono andata a rileggermi l’articolo.

Credo che anche il nostro carissimo amico dovrebbe rileggersi l’articolo, e anche molto attentamente.
Però io sono una brava ragazza e allora farò lo sforzo di spiegarglielo, lasciando tutti i numeri in mcg. Vi rimetto il link all’articolo originale, perché quanto segue è paragonabile a un sunto; tutti i dati e i link li potrete trovare lì.

Ho cercato il bugiardino del CERVARIX, uno dei 16 vaccini analizzati. Nella composizione compare:

Proteina L1 del Papillomavirusumano di tipo 182,3,4 20 microgrammi
3adsorbito su alluminio idrossido, idrato (Al(OH)3) 0,5 milligrammi Al3+ in totale

Come si vede chiaramente  in ogni fiala da 0,5 mL sono contenuti in totale 0,5 mg di ione alluminio; 0,5 mg in 0,5 mL corrispondono a 1 g di alluminio per ogni litro di vaccino. Se vogliamo tutto in microgrammi: 0,5 mg = 500 mcg di alluminio in 0,5 mL, quindi 1 milione di microgrammi per litro di vaccino. E quanto ne hanno trovato? Secondo le analisi nella fiala ci sono 388749,64 microgrammi di alluminio su litro di vaccino (circa due e volte e mezzo meno del dichiarato) che corrispondono a 0,38874964 grammi su litro. E in 0,5 mL quanto mai ce ne sarà? Basta una semplice proporzione, roba da scuole medie al massimo:

0,38874964 grammi :1 litro = x: 0,0005 litri
cioè (0,0005*0,38874964)/1 = 0,00019 grammi che corrispondono a 190 mcg

Quindi una fiala da 0,5 mL contiene, secondo quanto trovato dalle analisi, 190 microgrammi di alluminio, sempre circa due volte e mezzo meno del dichiarato, sempre perché la matematica non è un’opinione.

Tutto il resto dell’articolo, oltre a riportare altri calcoli per altre sostanze (che se volete potete convertire in microgrammi, ma anche in once o in tonnellate, usando il convertitore di Google) è basato sull’interpretazione delle analisi e sull’esecuzione delle stesse. Credo che all’epoca  a riguardo fossi stata abbastanza chiara, ma per sicurezza riepilogo i punti salienti:

  • manca la richiesta della prova in bianco, che avrebbe dovuto essere eseguita su una fiala di acqua per soluzioni iniettabili;
  • manca l’espressione dell’incertezza di misura;
  • manca il metodo utilizzato;
  • mancano LOD e LOQ;
  • mancano le date di inizio e fine analisi;
  • manca un riferimento, uno standard con cui confrontare questi risultati.

Serve altro per capire che mettere online dei dati così, a disposizione di cani e porci che nemmeno sanno leggere e capire un articolo di Butac, crea solo allarmismo? Per la cronaca, non è che gli articoli di Butac siano delle cazzate al pari di quelli di Novella2000, anzi, solo si cerca sempre (parlo per me, ma credo valga per tutti gli altri autori) di spiegare i fatti, i dati, le notizie affinché siano comprensibili al maggior numero di persone possibile, ben altra storia è un articolo scientifico.

Thunderstruck @ butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon, può bastare anche il costo di un caffè!

Post scriptum Il simpaticissimo Ma Kro Rossi mi ha bannato dalla sua pagina a priori, senza che avessimo mai interagito insieme, indi mi è impossibile andargli a linkare questo articolo di Thunderstruck, ma se qualcuno di voi ne ha voglia siete i benvenuti, ma ho il dubbio non gradirà moltissimo!

maicolengel