PETIZIONEHERBALIFESCIE

Mamma mia, il mondo dei complottari è davvero vasto e uTonto. Mi segnala una cara lettrice una petizione che è apparsa da qualche giorno su Change.org. Vi ho già raccontato che firmare petizioni online è inutile, dannoso e sciocco, ma qualche uTonto che ci casca c’è sempre.

Ma mai come in questo caso la petizione stessa strappa un sorriso, di quelli a 32 denti.

falliretti-sciechimiche

 

Contro le scie chimiche vogliamo che Herbalife® produca una pillola disintossicante, proponente della cosa? Arturo Falliretti, FALLI RETTI. Ovviamente uno pseudonimo, talmente fake che non esiste nessuno con un cognome del genere su tutto il territorio italiano. Un cognome che dovrebbe subito accendere delle lampadine in testa a  chi legge la cosa. Ma anche non fosse, vediamo in cosa consiste il testo della petizione:

Negli ultimi 20 anni il genere umano è stato vittima del sempre crescente numero di metalli pesanti, nanoparticelle, nanocilindri e nanovirus diffusi nell’atmosfera dalle famigerate scie chimiche.

Per rimediare, almeno in parte,  a questo avvelenamento globale quotidiano la gente necessita di rimedi appropriati e mirati. Molti tentano la via dei rimedi fatti in casa o delle pillole e degli integratori non specifici, ma in entrambi i casi si tratta di grosso dispendio economico e di tempo.

Nanocilindri? Rimedi mirati? Ma di che cosa stanno parlando? Le scie chimiche NON esistono, chi di voi ci legge da tempo sa quante volte abbiamo toccato l’argomento.

Ma cosa vorrebbe questa petizione per davvero?

ci rivolgiamo ad Herbalife, in quanto azienda leader nel suo settore, chiedendole di produrre e commercializzare in Italia un rimedio unico che integri tutte le varie proprietà necessarie a disintossicarci e a contrastare i sintomi da avvelenamento, che sia allo stesso tempo naturale e alla portata di tutti.

Cioè si firma una petizione per convincere un’azienda a produrre un rimedio FUFFA per un problema FUFFA? L’idea non è male (e qualcuno l’ha già cavalcata con successo), io fossi in Herbalife lo farei, basta un po’ d’acqua zuccherata, tanta pubblicità mirata, e si sono fatti i soldi. Anzi a dire il vero potremmo evitare il passaggio Herbalife e produrre noi stessi la cosa, sotto il marchio Butac, non sarebbe male, almeno monetizzeremo sugli uTonti!

Dai ragazzi la raccolta firme è probabilmente una trollata, e io vorrei sperare che i primi firmatari della cosa siano amici di Mister Falliretti, chiunque abbia firmato senza esser parte dello scherzo è obbiettivamente qualcuno che dovrebbe farsi vedere, da uno bravo.

Detto ciò, perculare gli sciachimisti è sempre buona cosa, quindi a parte ripetervi di NON firmare petizioni online ed evitare di condividere fuffa non posso fare altro che dire, lunga vita ai FALLIRETTI!