BUTAC è su Instagram, anche se io in prima persona lo uso pochissimo. Ma come spiego da qualche tempo anche Instagram sta diventando l’ennesimo luogo di diffusione per disinformazione e bufale.

Oggi parliamo di un post scritto sul profilo di Red Ronnie, quello del RoxyBar.

Il post è questo:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ogni ann in Sardegna mi faccio portare da Arianna Mendo a visitare luoghi pieni di energia di cui l’isola è piena. Ci sono tante rocce dove migliaia di anni fa la popolazione andava a guarirsi usando le frequenze che emettono. Noi siamo frequenza. Ogni nostro organo, virus, batterio, dispositivo elettronico ha una frequenza. Dal 1995 io faccio check-up esclusivamente testando le frequenze del mio corpo. Da sempre so dei problemi che creano i telefonini. Fin da quando lo mettevo nella tasca dietro dei pantaloni e dopo alcuni giorni sentivo male in quella parte, tanto da dover cambiare tasca. O quando sentivo friggere la parte dell’orecchio che avevo usato per parlare a lungo. Anni fa, la prima volta che conobbi Arianna, lei mi diede alcune tesserine, caricate energeticamente nei luoghi che visitavamo dicendo che avrebbero annullato le frequenze nocive del telefonino. Così ho inserito la tesserina tra il coperchio e la batteria (allora i telefonini non erano come quelli odierni che non è possibile aprire). Ho immediatamente riscontrato benefici, suffragati anche da un esperimento di chinesiologia, un test che misura la tua forza muscolare. Poi, se prendi in mano un telefonino e un cibo o oggetto che ti fa male, vedi la tua forza calare. Questo esperimento ho deciso di farlo davanti alla telecamera l’anno scorso, il 17 agosto. Eravamo in un meraviglioso luogo tra montagne di granito sopra Arzachena. Ho chiesto ad Arianna di raccontare delle frequenze e Christian DeLord Carlino si è sottoposto all’esperimento che gli ha fatto Enrico. Il risultato è evidente nel video, ma chi è scettico può ripeterlo a casa propria. Con Arianna già un anno fa abbiamo parlato del 5G e di come sia importante schermarsi da questo aumento di frequenze. Ecco il contatto di Arianna: [email protected] Il medico che mi segue dai tempi della Engel di Forlimpopoli, dove scoprii la forza dei prodotti BeC, è Dottor Massimo Tramonti che da 25 anni mi visita utilizzando uno speciale computer. La sua mail è: [email protected] Siamo entrati in un mondo nuovo dove le nostre conoscenze, curiosità e consapevolezze debbono svilupparsi velocemente.

Un post condiviso da Red Ronnie (@redronnieroxybar) in data:

Onestamente non so da dove cominciare, perché è chiaro che qui siamo di fronte al post di qualcuno che, senza alcuna conoscenza medico-scientifica, crede ciecamente in quanto riporta. L’autore del post è, a mio avviso, una vittima; il problema sono le persone che l’hanno portato a essere convinto di quanto sta riportando. Colpevoli di disinformazione e avvelenamento del pozzo.

Dal 1995 io faccio check-up esclusivamente testando le frequenze del mio corpo. Da sempre so dei problemi che creano i telefonini

Questa non è medicina, non esiste alcuno studio scientifico che abbia mai riscontrato validità in queste teorie. Ma ci sono legioni di soggetti che, per puro interesse, continuano a portarle avanti. Vedete, se qualcuno formula una teoria dove si sostiene che sulla base delle frequenze generate dal nostro corpo si può diagnosticare qualche malattia, è interessante portare avanti studi per comprendere se questo sia possibile e reale, la scienza funziona così. Si formula un’ipotesi, la si approfondisce per capire se sia o meno fondata. Ma se successivamente a quegli approfondimenti, a fronte di nessuna evidenza, si continua a sostenere la tesi, si sconfina nella pseudoscienza. Dove i fatti non sono più importanti e il loro posto viene preso dall’esperienza personale. Esattamente come quella riportata da Red Ronnie. Esperienza personale che non ha alcuna base scientifica.

Nel video che accompagna il post vediamo il test di (k)chinesiologia a cui fa riferimento Red: un ragazzo alza un braccio, un altro cerca di farglielo abbassare spingendo con due mani. Il ragazzo sotto test nell’altra mano prima non tiene nulla, poi il suo cellulare, poi quello di Red Ronnie con le tesserine che contrastano le frequenze cattive del telefonino. I muscoli del braccio teso, ci viene raccontato, cedono più facilmente se nell’altra mano c’è il telefonino senza tesserine, cedono meno con la mano vuota, ma sono più forti di tutti se nell’altra mano abbiamo il telefonino con le tesserine magiche. Questa è pura esperienza personale, non ha alcun valore scientifico, ma ha grande impatto sulla massa che non comprende. Sono inganni che si fanno dalla notte dei tempi: usavano lo stesso modus operandi anche i venditori di rimedi improvvisati del Far West.

Sia nel testo che nell’audio stanno molto attenti a parlare di chinesiologia, che è una scienza che studia il movimento del corpo. Ma il test che ci mostrano fa parte invece della kinesiologia applicatache non è la stessa cosa. La seconda non è una scienza ma, come spiega anche Wikipedia:

…è una terapia alternativa che si fonda su una presunta modalità di comunicazione con il sistema corporeo rivolta ad una valutazione e ad un miglioramento dello stato di benessere individuale.

A oggi è presunta perché non è mai stato dimostrato alcun funzionamento della teoria. Il test presentato è uno dei tanti tipi di test inutili che vengono prodotti come prova della sua validità. Ma pur partendo dalla base delle chinesiologia scientifica, il metodo di valutazione e il modus del test se ne discostano quel tanto che basta per ritenerla una pseudoscienza. Chi ha molta visibilità ha un potere, citando uno dei miei zii preferiti:

…da un grande potere deriva una grande responsabilità.

Usare quel potere mediatico per riportare esperienze personali, su argomenti non riconosciuti dalla comunità scientifica, significa contribuire pesantemente all’inquinamento dell’informazione. Lo stesso Istituto Superiore di Sanità si è ulteriormente pronunciato nei giorni scorsi sull’uso delle frequenze del 5G. Spiegando che:

…non c’è un problema particolare. Considerando gli effetti dei campi elettromagnetici attualmente conosciuti, infatti, il 5G non darà problemi, mentre se consideriamo gli effetti sulla salute ancora ipotetici non ci sono motivi per pensare che il 5G sia più pericoloso delle tecnologie precedenti.

Abbiamo già parlato di tesserine o adesivi contro le frequenze dei cellulari. A oggi nessuno ha mai presentato studi scientifici che ne attestino una qualsivoglia validità. Onestamente a me interessa poco come spendete i vostri denari, mi preoccupa di più che crediate a questo genere di falsa informazione scientifica perché fa da cavallo di Troia a una serie di patologie, terapie e cure di nessuna validità. A fronte di disturbi che invece potrebbero avere tutt’altra diagnosi se valutati da medici competenti e non interessati a pseudomedicine varie.

Non credo sia necessario aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!